Commenta

'Cremona per la Vita', defibrillatore pubblico ora anche alla piscina

ef

Nell’ambito del progetto “Cremona per la Vita”, che intende contribuire alla diffusione dei defibrillatori semi automatici (DAE) nei luoghi pubblici del territorio ed estendere il suo uso anche al personale non sanitario,  questa mattina, presente il sindaco Oreste Perri ed il dott. Ugo Rizzi, è stato inaugurato il defibrillatore installato alla piscina comunale.

L’apparecchiatura è stata donata alla città dal Lions Club Cremona Duomo, sodalizio per il quale è intervenuta la presidente Federica Zanello insieme ad altre socie. Il dott. Ugo Rizzi, medico del 118 e referente dell’iniziativa, ha tenuto a sottolineare come Cremona sia una delle prime città in Italia a muoversi in questa direzione, rimarcando nel contempo che queste apparecchiaturre

Il defibrillatore presente in piscina va ad aggiungersi agli altri due che, nei giorni scorsi, in questo caso grazie al Lions Club Cremona Europea, sono già stati installati: uno in piazza Stradivari (sotto i portici della Camera di Commercio), punto di grande afflusso, e l’altro in piazza Libertà (al Comando della Polizia Locale). Un modo insomma per essere preparati ad affrontare, nel più breve tempo possibile, le emergenze dei cittadini colpiti da un’evenienza drammatica e improvvisa qual è l’arresto cardiaco.

Questo dispositivo portatile, definito comunemente DAE, guida l’operatore, attraverso istruzioni vocali, nelle manovre di soccorso da compiere, diagnostica e può correggere la fibrillazione ventricolare che ha determinato l’arresto cardiaco in modo sicuro ed affidabile, liberando da responsabilità l’operatore stesso. L’arresto cardiaco, d’altra parte, è causa rilevante di decessi sull’intero territorio nazionale e la defibrillazione precoce rappresenta il sistema più efficace per garantire le maggiori percentuali di sopravvivenza alle manovre di supporto delle funzioni vitali.

E’ previsto naturalmente un apposito corso che ha lo scopo di trasmettere, a chiunque lo desideri, un metodo per riconoscere e gestire il soccorso in caso di arresto cardiaco e di supportare le funzioni vitali anche attraverso l’uso del defibrillatore semiautomatico fino all’arrivo del 118 in cui possono essere impiegati anche altri mezzi efficaci a correggere la causa che ha determinato l’arresto del cuore. Il corso viene realizzato secondo le attuali linea guida internazionali in tema di rianimazione cardiopolmonare e defibrillazione precoce con istruttori certificati dal 118.

Nel pomeriggio di sabato, dalle 16, nella Sala dei Quadri di Palazzo Comunale, il convegno pubblico edicato alla defibrillazione precoce, il primo soccorso e l’utilizzo del defibrillatore DAE (Defibrillatore Semiautomatico Esterno) sul territorio. L’incontro è promosso dal Lions Club Cremona Europea con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cremona, con la collaborazione dell’Azienda Regionale Emergenza Urbana e dell’Azienda Istituti Ospitalieri di Cremona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti