Un commento

Ecco il calendario storico dell'Arma nell'anno del bicentenario

arm

Presentato, come da tradizione in questo periodo, il nuovo calendario storico dell’Arma dei carabinieri, che celebra nel 2014 il bicentenario di fondazione del corpo. Attraverso tavole realizzate dal maestro Paolo Di Paolo (e Massimo Maracci nel caso della pagina centrale) è stata sintetizzata l’attività odierna dell’Arma e sono stati rievocati eventi significativi degli ultimi cinquant’anni (le tappe salienti della storia dell’Arma, di cinquant’anni in cinquant’anni, sono state ripercorse dai calendari storici a partire dal 2011).

Il calendario è stato presentato in mattinata nella caserma di viale Trento e Trieste dal comandante provinciale, il tenente colonnello Cesare Mario Lenti (presentazioni sono state organizzate in tutta Italia questa mattina). In copertina, l’immagine classica di carabinieri nella tormenta firmata dallo scultore Antonio Berti. Un’immagine alla quale si ispira il monumento in fase di realizzazione (con contributi economici dei Comuni d’Italia) e che verrà posto nel 2014 nei giardini dei pressi del Quirinale. Nel calendario anche una prefazione del comandante generale Leonardo Gallitelli. Nella prima tavola le operazioni di soccorso, nella seconda l’attività di contrasto ai sequestri di persona, nella terza la tutela del patrimonio culturale e l’attività dei Ris, nella quarta la lotta al terrorismo e nella quinta l’attività a tutela delle manifestazioni pubbliche. Nella pagina centrale (con apertura a soffietto) sono riprodotti due dipinti, uno del 1914 e uno del 2013, che riproducono tutte le specialità del’Arma nel primo centenario e nel bicentenario. Nelle tavole successive, la lotta alla criminalità organizzata, poi l’attività internazionale, la nascita della quarta forza armata nel 2000, l’ingresso delle donne nel 1999, Nassiriya e Papa Francesco a rappresentare i Gesuiti (secondo fonti storiche il Regolamento Generale dell’Arma fu redatto con la partecipazione del padre gesuita Cristiano Chateaubriand). Presenti anche le ricompense concesse all’Arma dei carabinieri dal 1814 al 2014.

Il calendario storico, così come l’agenda storica dell’Arma, è diventato un simbolo importante (e un qualcosa da collezionare per moltissimi appassionati).

LE TAVOLE DEL CALENDARIO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Romano

    Dio benedica ora e sempre l’Arma dei Carabinieri.