5 Commenti

Controlli carabinieri: denunce e arresti per furto e rapina

carab

AGGIORNAMENTO – Controlli dei carabinieri in tutta la provincia. Oltre 60 gli uomini impegnati, con più di 30 veicoli. Identificate 220 persone (21 stranieri) ed effettuate verifiche su 173 mezzi. Due arresti, otto denunciati (cinque stranieri), un sequestro di un grammo di eroina (con relativa segnalazione dell’assuntore), tre patenti ritirate, quindici verbali per 3mila euro in totale (27 punti sottratti). Sono i risultati dell’azione dei militari dell’Arma messa in atto nella giornata di ieri e nelle ore notturne, risultati illustrati nel corso di una conferenza stampa in mattinata, nella caserma di viale Trento e Trieste, dal comandante provinciale, il tenente colonnello Cesare Lenti.

In particolare, una persona è stata arrestata per il furto in una casa a Pandino. E’ stato un militare fuori servizio a notare tre soggetti sospetti su una Lancia (intestata a una cittadina albanese) nei pressi di un’abitazione. Il carabiniere ha allertato i colleghi. Sul posto è giunto il Nucleo Radiomobile di Crema. Il personale dell’Arma ha bloccato uno dei tre, R.M., albanese di 22 anni, residente a Milano. Aveva, con i complici, scavalcato la recinzione della casa. Lui, in particolare, aveva portato via 4mila euro in gioielli e orologi. Gli altri due soggetti sono riusciti a fuggire. Indagini in corso per loro identificazione.
Il secondo arresto è stato eseguito, invece, per una rapina impropria al supermercato Famila di Cremona. Nel primo pomeriggio di ieri i carabinieri sono stati allertati perché un uomo si era reso protagonista di una colluttazione alle casse ed era fuggito con quattro bottiglie di liquore. In base alla descrizione i militari hanno fermato poco dopo, in zona, un cremonese, F.S. di 41 anni, che è stato portato in camera di sicurezza in attesa di direttissima. Direttissima che si è svolta nella giornata di giovedì: 10 mesi per il 41enne (finito in carcere non potendo usufruire della sospensione condizionale).

Carabinieri attivati anche per numerosi furti nei market o rapine in provincia. Una è avvenuta a Solarolo Rainerio in mattinata ai danni della Cassa Rurale e Artigiana. Al momento dell’apertura, un uomo ha avvicinato il cassiere e lo ha minacciato. Si è fatto consegnare 4mila euro e poi è uscito. In quei momenti passavano i carabinieri (l’intervento non rientra comunque nei maxicontrolli), che lo hanno prontamente bloccato. Aveva con sé passamontagna e fascette per eventualmente legare il cassiere. In manette un 45enne residente in provincia di Mantova con precedenti per rapina (A.M. le iniziali fornite).

Non è tutto. I militari – tornando all’attività dei maxicontrolli – hanno proceduto, tra le altre cose, con queste denunce: un uomo e una donna, polacchi residenti all’estero, hanno preso di mira una decina di boccette di profumo, nascondendole addosso, al Douglas del centro commerciale Iper. Sul posto, allertati, sono arrivati i carabinieri di Vescovato. A Pizzighettone, invece, militari del posto sono intervenuti per  due donne italiane, residenti in provincia, per il furto al Famila di prodotti non di prima necessità (come ad esempio cosmetici) per un valore di circa 150 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • bungatore

    COMPLIMENTI……….LA BENEMERITA SEMPRE IN PRIMA LINEA………!!!
    AVANTI COSI’….!!!!

    • mazzia

      anche quando c’e’ da rifilare il calendario dell’arma….

      • gio

        i calendari storici dell’Arma dei Carabinieri piacciono a tante persone

      • Romano

        Tu sei un pusillanime!!! Spero che prima o poi i Carabinieri ti “rifilino” loro a dovere.

      • bungatore

        E’ SEMPRE MEGLIO DEL suo…..grigio ….e con poche idee….. e pure…anche bislacche……….!!!!

        Io ho avuto due cugini nell’ARMA e ne sono orgoglioso………….!