19 Commenti

Zagni a Perri: 'Ritirati e apri al vero centrodestra'

zagni-evid

Sopra, da sinistra Mariaschi, Zagni, Comaroli e Melega (foto Sessa)

Prima presentazione alla cittadinanza della candidatura del leghista Alessandro Zagni al ruolo di sindaco, sostenuta dal Carroccio e dalla lista Cremona Libera di Agostino Melega. “Cremona cambia volto”, questo lo slogan lanciato in mattinata in Galleria XXV aprile, luogo-simbolo dell’avvio dell’avventura politica di Oreste Perri, diventato il peggior nemico della Lega.

Dietro al banco organizzato in galleria, il segretario cittadino del Carroccio Alberto Mariaschi, Zagni, la parlamentare leghista Silvana Comaroli e Agostino Melega. A loro si è poi aggiunto il consigliere regionale cremonese del Carroccio Federico Lena. Tra il pubblico, alcuni dei candidati nella lista di Melega come Gianfranco Pola e Giovanni Carrera, mentre per le liste complete si dovrà attendere il nuovo anno. D’altra parte quello presentato questa mattina è solo un inizio, l’alleanza è aperta ai contributi di tutti i cittadini (e di altri movimenti e partiti politici)  che vogliono una Cremona diversa da quella amministrata per cinque anni da un centrodestra che, secondo la Lega, ha agito in totale continuità con il ventennio precedente.

“Restituire Cremona ai cittadini”, questo il messaggio su cui hanno insistito gli interventi, iniziati da Alberto Mariaschi: “La Giunta Perri è stata in continuità con i vent’anni di giunte di sinistra precedenti. Non ha cambiato nulla. Noi abbiamo deciso di non aspettare l’ex Pdl, facciamo come ha fatto Maroni alle regionali e ci presentiamo adesso, accogliendo quanti vorranno aggregarsi. Il nostro programma non avrà fronzoli, lo costruiremo insieme. Niente Strada Sud, niente Terzo Ponte, poche cose vicine ai cittadini, no grandi progetti. Ci occuperemo del problema bollette e del problema sicurezza nei quartieri”. Mariaschi ha attaccato Perri sul mancato taglio dei dirigenti e sull'”aumento delle tasse”.

“Mi candido perchè amo Cremona – ha poi detto il candidato sindaco Alessandro Zagni – una città che oggi è annichilita e impaurita e questo mi rattrista. Ci sono anziani che non riescono a pagare le bollette del teleriscaldamento, giovani che devono trasferirsi perchè non trovano lavoro, negozi che chiudono, donne che hanno paura ad uscire perchè potrebbero essere molestate da questuanti aggressivi. Non dico che tutto questo sia colpa del sindaco Perri, ma sicuramente lui, come sindaco è il primo responsabile del fallimento della sua giunta”. Quindi, il consiglio, sotto forma di appello rivolto direttamente al primo cittadino: “Termina il tuo mandato e ritirati, dando il tuo sostegno alla mia candidatura. Hai ancora modo di mantenere una delle promesse che hai fatto quando sei stato eletto, quello di dare il via ad una nuova stagione di governi del centrodestra. Questa finora è stata una promessa non mantenuta, lascia che avvenga d’ora in poi, lasciando aperte le porte al vero centrodestra”.

In precedenza, Agostino Melega aveva ricordato il tradimento di Perri nei confronti di quanti avevano raccolto le firme per lui cinque anni fa: “Speravamo che lui cambiasse le cose a palazzo, invece confermando Galli e Albertoni ai loro posti – brave persone, ma legatissime a Pizzetti del Pd –  ha dimostrato che le larghe intese a Cremona ci sono sempre state. E poi, il giorno dopo la sua elezione, con il suo essere sopra i partiti e sopra le liste civiche, non si è più fatto vedere, ha chiuso le saracinesche”. Una mancanza di collegamento con la città che lo ha eletto che da mesi Melega rimprovera al sindaco uscente.

Per il pubblico di Galleria XXV aprile una sorpresa finale: in collegamento da Milano via telefono, il segretario federale Matteo Salvini ha fatto i suoi auguri a Zagni assicurando sostegno “da militante e da segretario”. Attesa ora una sua visita a Cremona.

 

Foto Sessa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Un emigrato africano

    E se invece dovesse vincere Perri, Lei o Voi tutti felicemente mescolati, da che parte vi metterete? Certe dichiarazioni pre elettorali sono pericolose e la gente poi se le ricorda benissimo.
    Sappiamo che è contro Perri ma con chi farebbe alleanze, dal momento che la Lega non vincerà MAI a Cremona? Che cosa intende restituire ai cittadini? Pensa davvero di poter cambiare un economia disastrata a livello mondiale da solo? Io non ci credo, mi convinca con le sue ragioni.

    • Alessandro

      Se vincesse Perri, continueremmo nella nostra opposizione, e se dovessimo andare al ballottaggio chiederemmo il voto dei cittadini, non l’appoggio di questo o quel partito.

      • Un emigrato africano

        non ha risposto a tutte el domande, grazie

  • ERREERRE

    Purtroppo, la gente comune si dimentica alla svelta delle cose e delle promesse fatte… altrimenti non si spiegano certe cose…

  • Achille

    Forse lorsignori dimenticano il loro vero rivale…

    il CENTROSINISTRA!!!

    Beata gioventù.

    • el ciuk

      Achille apri gli occhi il PD non è il loro rivale è il compagno di merenda, da trent’anni, non ricordi le finte schermaglie tra Rossoni e pizzetti che poi finivano con le spartizioni di poltrone ,vedi albertoni e galli rimasti al loro posto nonostante la vincita del centro destra, Perri è una persona onesta, attorniata da molti assessori incompetentie gestito dai soliti noti P…. e company.

  • Gianna

    Finalmente un candidato giovane, basta i sessantenni al potere!

    • el ciuk

      ma neanche i settan’enni e ottant’enni che da 50 anni ammorbano l’aria

  • el ciuk

    come già scritto parlate sempre di destra NDC lega fratelli d’Italia liste civette varie ,ma avete dimenticato una forza emergente che sbaraglierà i giochetti e gli inciuci che vanno aventi da trent’anni a cremona sappiate che il 5 stelle prenderà almeno il 15% dei voti … cari inciucio ni.

    • Arturo

      Non è detto!!!!

    • la stella polare

      …Parole d’en ciuk. E dopo con chi si alleano i 5 stelle? Con nessuno come fanno al Governo? O faranno gli inciucioni anche loro?…Un bel sindaco on line, ecco cosa farete, governare con twitter.

  • Sarà masecondome

    Potevano vestirlo di rosso il Babbo Natale a destra!!!

  • Gigi

    Perri se vuoi scongiurare il rischio che torni la sinistra al governo di Cremona devi fare l’alleanza con la Lega e appoggiare Zagni. Diversamente senza la Lega il centrodestra non vincerà più.

    • el ciuk

      Gigi guarda che la lega, non è più quella di 10 anni fa, la lega attuale sommersa dagli scandali bossi -figlio -Cota con le sue mutande verdi investimento di gioielli ecc , nelle migliori delle ipotesi viaggia tra il 4 e il 5 % dei consensi quindi la lega non conta più una un c…… e lo vedrai sia nelle comunale, che nelle europee.

      • Giacomo

        Alle ultime politiche la Lega ha preso il 9%, più che sufficiente per far andare a casa Perri ancora prima che lui si candidi. Che piaccia o no,ma è così, torneranno a lavorare come tutte le persone normali.

        • el ciuk

          Giacomo la lega 5 anni fa aveva preso il 9%, ricordo benissimo adesso però la lega sui è dimezzata a causa degli scandali vari, pertanto presumo che adesso prenderà dal 4 al 5%, mentre i Grillini anche se a me interessa, poco li danno a cremona al 15% e scombussoleranno tutte le previsioni.

          • Giacomo

            Non sei informato, la Lega alle politiche di 6 mesi fa aveva preso il 9% (a livello nazionale il 4.1%). 5 anni fa l’11.8% alle comunali. Quindi determinante x la sconfitta di Perri e soci.

  • la stella polare

    Sembra un ricatto….Perri: se non appoggi la Lega fai vincere la sinistra…quindi significa che la Lega sta a destra/centrodestra… ma se Perri non la sostiene.. allora la Lega va all’opposizione con la sinistra….Idee chiarissime e, soprattutto, grande coerenza, complimenti! Vecchia politica e vecchi giochetti, si sta sempre con chi vince, altro che Cremona libera….!!!

  • Credo

    Cambia volto? Uno è il già super riciclato Melega, l’altro è già stato assessore, l’altra è già parlamentare. Così si cambiano poltrone, mica volto. Già!