12 Commenti

Morto al freddo in una casa popolare Pd: 'Subito fondo solidarietà e stop stacchi utenze in inverno per casi sociali' Zagni fa sopralluogo a Borgo Loreto

zagni

Sopra, Zagni davanti alla casa in cui è morto Zovadelli

AGGIORNAMENTO – Il Partito Democratico e la Lega intervengono con una nota della segreteria cittadina dopo la morte del 56enne in difficoltà economiche Cesare Zovadelli, trovato venerdì senza vita sotto sei coperte nella casa popolare di Borgo Loreto dove viveva e nella quale da tempo il riscaldamento era staccato per il mancato pagamento delle bollette. La vicenda ha riacceso le polemiche sui distacchi delle utenze (vedi i link in basso). Ha portato i democratici a rilanciare la richiesta dell’attivazione immediata di un fondo di solidarietà e di una moratoria degli stacchi per i casi sociali nei mesi invernali. E il candidato della lista leghista ‘Cremona cambia volta’, Alessandro Zagni, a fare un sopralluogo sul luogo della tragedia.

PD: “SUBITO UN FONDO DI SOLIDARIETA'”

“Ancora una morte, per cause naturali certamente, ma in un appartamento popolare in cui da mesi erano state tagliate le utenze, come già era accaduto nel recente passato. Non doveva accadere più, invece purtroppo il caso si è ripetuto – scrive il Pd di Cremona -. La morte di una persona richiede innanzitutto rispetto, Zovadelli era riservato e mite, non era persona che chiedeva aiuto in modo insistente, cercava di farcela da solo, con le proprie forze”.

“Ma se la situazione era nota ai servizi sociali, come dichiara l’Assessore Amore, perché le utenze non sono state riallacciate? Perché si è lasciata per mesi una persona seguita dai servizi senza riscaldamento e senza luce?”, chiedono dalla segreteria cittadina del partito (Amore ha parlato della questione sabato con Cremonaoggi: leggi l’articolo). “Quante persone e quante famiglie sono nella stessa condizione? A cosa servono i protocolli con Aem se non sono seguiti da una moratoria degli stacchi ed ad un ripristino delle utenze almeno per i mesi invernali?”, questi gli altri interrogativi dei democratici della città, che concludono: “Il Pd chiede che si attivi subito un fondo di solidarietà gestito dal Comune e dai con i soggetti del privato sociale interessati e che si dia corso ad una moratoria degli stacchi per i casi sociali per i mesi invernali per la gestione di quella che si sta manifestando come una vera e propria emergenza sociale”.

ZAGNI A BORGO LORETO: ‘GIUNTA IN STATO CONFUSIONALE’

Questa mattina Alessandro Zagni, il candidato sindaco della coalizione ‘Cremona Cambia Volto’, si è recato per un sopralluogo nella zona degli alloggi popolari del quartiere Borgo Loreto.

“Nella nostra azione amministrativa – spiega Zagni – adotteremo delle rigide modalità di controllo per verificare come vengono elargiti i sussidi da parte dei servizi sociali. Purtroppo questi cittadini mi hanno spiegato che molte persone vivono nelle case popolari e poi hanno parcheggiate auto di lusso in garage. Inoltre vi sono casi di persone anziane cremonesi che per dignità non chiedono aiuti, anche se ne avrebbero il diritto, e così succede che le risorse vengono impiegate per i più furbi ed i più scaltri. A tutto questo, continua Zagni, si aggiunge il problema del teleriscaldamento. Queste persone dovrebbero pagare una bolletta ‘sociale’ anziché importi addirittura maggiori di coloro che non hanno il teleriscaldamento. Di tutta risposta Aem ed il Comune giocano allo scaricabarile e non offrono soluzioni ai cittadini, che poi si trovano giocoforza con le utenze staccate”.

“D’altronde il Sindaco Perri e la sua Giunta – prosegue il candidato sindaco -governano maldestramente ed in uno stato confusionale. Non più tardi di due settimane fa il Vicesindaco Nolli su twitter aveva accusato di malfunzionamento i servizi sociali del Comune, mentre ieri l’Assessore Amore di fronte alla tragedia del sig. Zovadelli, ha difeso l’operato dei suoi uffici. Chi tra i due mente sapendo di mentire? Con le prossime elezioni comunali, quando la nostra coalizione governerà la città, adotteremo immediatamente delle misure di controllo per smascherare i furbetti e tuteleremo i cittadini cremonesi in reale stato di bisogno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • mah!no comment!!!

  • Andy

    Il PD si scompone, ohibò. Ma a chiedere le dimissioni di Amore proprio non ci riesce? Dai, su, un ultimo sforzo, ce la potete fare.

  • Silenzio

    Ci mancava la passerella politica… Dopo aver lasciato la Giunta Zagni, non si è più fatto vedere e ora spunta come un fungo a Borgo Loreto. Ma toh!

  • Un po’ di cagnare per farsi vedere e sentire ,poi tutto come prima ,nessuno si ricorderà del nome ne del fatto e del giorno
    La presenza della politica nei luoghi delle tragedie e la pi vergognosa di tutte perché poi non seguono mai i fatti
    Fare politica oggi signora verificare nei quartieri cosa succede prima, parlare con i cittadini i senza filtri capire dove sono le realtà più difficile e colpire chi abusa di certe situazioni allontandoli da ogni sostegno !

  • Libero Cittadino

    Sopralluogo in che veste, di commercialista o di candidato sindaco? in entrambi i ruoli molto fuori luogo. “Cremona cambia volto” si chiama la sua lista… che tristezza. Cambia volto da politicante all’ordine di un partito intriso di ladronerie a… che tristezza, tanto giovane e tanto senza vergogna…

  • Francesca

    Sciacallaggio politico, dei più biechi e orribili! Chi sfrutta i riflettori puntati sulla tragedia, dimostra debolezza politica e ancor peggio, moralità discutibile

  • Gigi

    Zagni insieme alla Lega fanno banchetti nei quartieri tutte le settimane ed incontrano i cittadini. Gli altri partiti come il PD si ricordano dei problemi dei quartieri solo sotto le elezioni. Perri e Demicheli, l’assessore alle periferie, invece nei quartieri non li hanno mai visti.

  • Andrea Sala

    Quelli della lega quasi tutte le domeniche sono in strada ad ascoltare la gente cercando soluzioni per la gente,tutto si può dire ma che sia speculazione o altre cazzate questo no! Comunque se ci vai sei un cretino,se non ci vai sei un vigliacco se se se tanti se intanto fate qualcosa e fatevi su le maniche come questi ragazzi giovani poi criticate pure! E lo dico da non votante Lega ma da cittadino che non va nemmeno a votare da anni ormai, ma questo Zagni mi piace e lo voterò !

    • Filippo Fusar

      quelli della Lega: il Trota, Calderoli, Bricolo, Bodega, Bossi, Maroni, Mazzatorta, Cota, … basta la lista degli indagati e dei condannati è troppo lunga.
      Proprio quelli della Lega

      • el ciuk

        Zagni vatti a nascondere, non sei credibile quelli della lega cosa hanno fatto di concreto per il taglio delle utenza …. solo chiacchiere ci è voluto un cittadino che tramite la sua azione di sostegno reale alle famiglie disagiate a portato alla luce con dati alla mano le bollette stratosferiche ,quindi Zagni e lega andate a nascondervi , avete la faccia come il c……

  • lora Daria

    Amministrare significa buttar fuori dalle case aler i furbi quelli che….hanno in garage i macchinoni e pagano tre euro di affitto significa aiutare davvero i deboli significa smettrla di fare i furbi col teleriscaldamento che è la più grande cazzata con un aem che se ne frega e pensa solo agli sporchi guadagni e all’assessorato ai servizi sociali che non funziona . Ma perché li pagate i funzionari e gli impiegati se come dice Nolli sono incapaci ? Questo non è sciacallaggio signori e’ la verita andate a nascondervi se avete un briciolo di dignità o dimettetevi fareste … Il vostro dovere; vergogna vergogna vergogna

  • el ciuk

    Zagni vatti a nascondere, non sei credibile quelli della lega cosa hanno fatto di concreto per il taglio delle utenza …. solo chiacchiere ci è voluto un cittadino che tramite la sua azione di sostegno reale alle famiglie disagiate a portato alla luce con dati alla mano le bollette stratosferiche ,quindi Zagni e lega andate a nascondervi , avete la faccia come il c……