Commenta

Gestione rifiuti, oltre 9milioni nel 2013 E dal 2014 più cara per la differenziata

rifiuti

Gestione dei rifiuti, raccolta e smaltimento. Al termine dell’anno 2013, ecco quanto è costato al Comune il servizio gestito da Aem Gestioni: 9 milioni e 200mila euro riconosciuti alla municipalizzata di viale Trento Trieste. Nella determina pubblicata all’Albo Pretorio, tutti i complicati passaggi su tasse e ampliamenti del servizio. Con deliberazione del consiglio comunale il Comune di Cremona a novembre ha deciso di dare copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti attraverso l’applicazione della Tarsu anche nel 2013 come già nel 2012. Aem Gestioni aveva già presentato in maggio il piano triennale 2013-2015 che prevedeva per il 2014 l’incremento della raccolta differenziata con modalità porta a porta sull’intero territorio comunale. La spesa presunta per il 2013 era di 9milioni 994 mila 995 euro. In fase di Bilancio di previsione si è provveduto a definire l’entrata Tarsu a parziale copertura delle spese del servizio di gestione del ciclo dei rifiuti. L’importo presunto da corrispondere ad Aem ora è stato valutato in 9milioni 200mila euro.

La spesa presunta per il 2012 e il 2011 era più bassa: 8 milioni 845mila euro. Quella per gli anni futuri sarà necessariamente più alta, dato l’impegno della raccolta differenziata porta a porta. Nel piano economico finanziario di Aem si parlava, in merito a ciò, di 2.334 stabili in più, 13 nuovi addetti alla raccolta, 2 figure in più al coordinamento, maggiori contenitori e sacchetti, 16 nuovi automezzi e 5 elettrocostipatori. Per l’anno 2014, nel complesso Aem ha stimato un accrescimento dei costi di 847mila euro annui per un totale di 11milioni 047 mila euro. E nel 2015 complessivi 11milioni 277mila euro.

IN ATTESA DELLA TERZA RATA TARSU

Il Comune di Cremona ha scelto di applicare anche per il 2013 il regime di prelievo tributario Ta.R.S.U. I pagamenti relativi alle due rate di acconto TARES 2013 (del 31 luglio e del 30 settembre 2013) vengono considerati come acconto Ta.R.S.U. 2013. La scadenza della terza rata prevista per il 2 dicembre 2013 slitta al 10 febbraio 2014. Entro il prossimo mese di gennaio 2014, sarà inviato un nuovo avviso di pagamento per la rata a saldo, che sarà calcolata togliendo dall’importo complessivamente dovuto per la Ta.R.S.U. (sulla base delle tariffe 2013) quanto già versato in acconto con le prime due rate. Nell’avviso sarà comunicata la maggiorazione di € 0,30 per metro quadrato riservata ed introitata dallo Stato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti