Commenta

La Vanoli si prepara al match contro Pasta Reggia Caserta

PANCOTTOBIS

foto Francesco Sessa

La Vanoli Cremona si prepara ad affrontare gli ultimi due match del girone d’andata. Sono partite molto importanti in cui bisognerebbe fare l’en-plein per non essere poi  costretti a disputare il girone di ritorno (che si aprirà con il match interno contro Siena) con l’assillo di dover inseguire le concorrenti dirette nella lotta per la salvezza. Domenica 5 gennaio alle 18.15 al PalaRadi arriva la Pasta Reggia Caserta. I biancoblu potranno contare sulla presenza di Kyle Johnson e del lituano  Zavackas  che in settimana hanno meglio assimilato gli schemi tattici di coach Pancotto. Ha rescisso il contratto Ernst Kalve.

Soprattutto Zavackas in allenamento ha fatto vedere  di essere all’altezza della situazione e vorrà dimostralo anche ai tifosi mentre Johnson è un cambio per Jackson o Rich di qualità anche se di basso minutaggio. Coach Pancotto sta proseguendo nel suo programma di dare  identità al suo sodalizio che vuole la prima vittoria dopo la partenza di Gresta. Caserta è una avversario tosto ma alla portata dei cremonesi. I campani sono proiettati verso l’acquisizione della  salvezza in anticipo sulla chiusura della stagione regolare. Intanto hanno ancora la possibilità di salire sul treno delle final-eight di Coppa Italia in febbraio di Milano. Coach Molin dispone degli esperti Mordente e Michelori. Di Michele Vitali, Marzaroli, Brooks. Moore, Roberts, Hannah, Scott.

I padroni di casa devono da subito aggredire la partita, prendere le redini del comando ed incanalare il match sui binari più congeniali. Ricordiamo che Jackson e compagni chiuderanno la domenica successiva il girone d’andata a Montegranaro in un’altra sfida salvezza molto delicata.

“Veniamo da una buona settimana dove abbiamo alzato la qualità e l’intensità degli allenamenti – ha dichiarato il coach Cesare Pancotto -. In questo momento abbiamo bisogno di una vittoria per accendere la luce, per staccare un biglietto. Per questo ho chiesto ai giocatori non di giocare la partita ma di conquistarla, arrivando a pensare anche di notte a come costruire questa vittoria.
Affrontiamo Caserta che è una squadra in questo momento in salute e con una buona classifica. I campani sono secondi per palle recuperate quindi avremo la necessità di usare di più il contropiede e correre più del solito. Anche i nostri lunghi dovranno essere bravi a sprintare per contrastare il loro atletismo. E’ chiaro che dobbiamo avere tante alternative, soprattutto in difesa, dove sto cercando di far capire alla squadra che ci si può difendere in tanti modi, con la uomo, con la zona e con il pressing. Imperativo per noi resta infatti un miglioramento della fase difensiva dove non possiamo pensare di concedere più di 75 punti all’avversario”.

Marco Ravara

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti