Commenta

A Comune e Diocesi l'incasso del concerto di Natale promosso da Fondazione Arvedi-Buschini

concertonatale-evid

Consegnato alla Diocesi e al Comune di Cremona l’intero incasso del Concerto benefico di Natale, tenutosi il 18 dicembre scorso nell’Auditorium ‘Giovanni Arvedi’ del Museo del Violino (protagonista il grande violinista Uto Ughi). Il concerto era stato promosso dalla Fondazione Giovanni Arvedi e Luciana  Buschini (con la partecipazione di Comune e Diocesi). Il ricavato dell’evento ammonta a complessivi 20mila euro che, suddivisi in parti uguali, sono stati consegnati da Virginia Villa, direttrice della Fondazione Museo del Violino, al sindaco Oreste Perri per quanto riguarda il Comune, e a monsignor Ruggero Zucchelli, rettore-parroco della Cattedrale quale rappresentante del vescovo. Come stabilito, le somme verranno utilizzate per offrire un sostegno diretto e mirato a famiglie bisognose individuate dalle due istituzioni beneficiarie. Per quanto riguarda il Comune, i 10 mila euro saranno utilizzati a favore di una quindicina di nuclei familiari con minori che versano in condizioni di disagio.
“Sono particolarmente soddisfatto per la buona riuscita dell’iniziativa” commenta Giovanni Arvedi, “tanto per la pronta risposta degli sponsor che per la generosità dimostrata dai concittadini cremonesi. In questi difficili momenti è bene accompagnare le parole di vicinanza a gesti concreti di aiuto. Auspico che questa occasione possa diventare una felice consuetudine ripetendosi di anno in anno”.
“L’iniziativa – dichiara il sindaco Oreste Perri – nata dal felice binomio tra cultura e solidarietà, nella migliore tradizione locale, ha raggiunto lo scopo che ci si era prefissi, ad ulteriore conferma della sensibilità e generosità  dei cremonesi. Ringrazio tutti coloro che, partecipando al concerto, hanno contribuito a sostenere famiglie in difficoltà, e rinnovo la mia più sincera gratitudine ai numerosi sponsor che hanno reso possibile l’evento”.
Dal canto suo mons. Ruggero Zucchelli rimarca che la generosità dimostrata costituisce un segnale di buon auspicio per il nuovo anno da poco iniziato,  un dono concreto a chi si trova in condizioni di disagio, soprattutto in un momento come questo in cui  numerose famiglie sono messe purtroppo a dura prova.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti