8 Commenti

Pressing del Pd sui rifiuti per 'stanare' la maggioranza

incenerit lontano-evid

Il Pd vuole stringere i tempi sull’approvazione da parte del Consiglio Comunale delle linee guida sui rifiuti. Le consigliere di opposizione più attive su questo tema, Alessia Manfredini e la capogruppo Maura Ruggeri tornano a fare pressing sulla maggioranza Perri, che invece sembra non avere nessuna fretta di portare in consiglio un documento che ha suscitato solo problemi a causa della sostenibilità finanziaria di quanto richiesto. In ballo ci sono i rapporti con la propria azienda partecipata Aem, ma soprattutto con Lgh visto che il servizio viene svolto da Aem Gestioni, di cui il Comune detiene solo il 30% circa.

Sul tema si incontra proprio oggi, lunedi 20 gennaio, l’eterogenea maggioranza che sostiene Perri. Il Nuovo Centrodestra (rappresentato in giunta da Jane Alquati e Federico Fasani) attraverso Massimiliano Salini, sta dichiarando a più riprese che il ruolo delle aziende pubbliche va drasticamente ridotto, sposa la linea della liberalizzazione più completa dei servizi pubblici, rifiuti inclusi (tra l’altro quest’anno è prevista la gara), aprendo il più possibile a nuovi investitori privati pur mantenendo forte il ruolo di governance della politica. Forza Italia invece finora non ha dato segnali di voler inaugurare una linea di discontinuità nei rapporti con Aem, di cui notoriamente il vicesindaco Roberto Nolli apprezza la gestione.

In questa situazione il Pd incalza.  “In data 19 dicembre ed in data 10 gennaio – sollecita Maura Ruggeri  –  si sono tenute le riunioni del Tavolo di lavoro relativo al ciclo integrato dei rifiuti convocate dall’assessore Bordi con la presenza delle forze politiche, delle rappresentanze  delle associazioni ambientaliste, di sindaci ed amministratori; lo scopo di tale tavolo secondo le intenzioni dichiarate dall’assessore era quello di contribuire alla definizione del piano provinciale rifiuti. I consiglieri del PD hanno condiviso la bozza di lavoro proposta dall’assessore Bordi ed hanno presentato integrazioni che sono state accolte, la bozza conteneva l’impegno del passaggio in Consiglio comunale per l’approvazione delle linee guida entro il 31 gennaio. Il PD ritiene che il Comune  capoluogo  debba assumere  una funzione importante di proposta e di ‘indirizzo sul Piano provinciale rifiuti  in sinergia  con altri  comuni del territorio. Considerata la rilevanza del tema e del lavoro svolto, è importante portare il confronto in Consiglio comunale affinchè gli indirizzi contenuti nel documento possano essere presentati in tempo utile all’ Amministrazione Provinciale come contributo vincolante all’interno della proposta del piano provinciale rifiuti. A tale fine, qualora la programmazione dei prossimi Consigli non contenesse tale oggetto, il Pd presenterà un Ordine del Giorno”. Già pronto il testo che impegna il Consiglio, nel caso Bordi non riuscisse a convincere la sua maggioranza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • primo pomi

    l’odg del giorno sarebbe del tipo “il PD fa a Cremona quello che Renzi fa a Firenze?”…

  • Maria belle domande

    1 in quale documento Europeo è scritto che i termovalorizzatori devono chiudere?
    2 come si pensa di gestire le 46896 tonnellate di rifiuto non riclabile previste nel 2020?
    3 come si pensa di rimpiazzare l’apporto che il Termovalorizzatore fornisce al Teleriscaldamento?
    4 che alternativa documentata e non sperimentale si propone al Termovalorizzatore?
    5 questa alternativa riesce a gestire la stessa quantità di rifiuto, assicurando la stessa affidabilità e sostenibilità economica?
    6 questa alternativa rispetta il criterio di prossimità?
    7 è vero che l’obbiettivo del piano di gestione dei rifiuti provinciale punta al 90% di recupero energia e materia?
    8 chi finanzia le alternative al Termovalorizzatore (gestione del teleriscaldamento e del rifiuto)?
    9 è vero che nel trattamento meccanico biologico solo il 2,7% viene recuperato (recupero di materia) mentre il 59% finisce in discarica e il 21,9 in un Termovalorizzatore?
    10 è vero che l’Europa punta a discarica 0?

    • Daniele

      Complimenti per le domande !!!!
      😉

      Io non ho ricevuto risposte, forse perchè troppo pertinenti.
      Pensavo di riproporle ogni volta che qualche politico fa propaganda politica senza guardare la realtà.

      Propongo a tutti di riproporle, semplicemente per far capire a certe persone che non siamo tutti un branco da catturare con facili slogan ma persone intelligenti, in grado di ragionare con la propria testa. Non abbiamo bisogno di un leader maximo a cui obbedire in modo acritico.
      W il pensiero critico su tutti e tutto, anche su se stessi!!!!
      Abbasso gli slogan politici!!!!!

  • renzo

    Speriamo che l’inceneritore venga chiuso al più presto e venga finalmente rispettata la volontà dei cittadini cremonesi, che già in occasione del referendum avevano bocciato questo impianto. Speriamo che questa volta la democrazia venga rispettata e accettata da alcuni politici e dagli addetti alle poltrone e agli interessi personali

    • Ricordo

      Il referendum voluto da Bruno Poli che quando faceva l’assessore operava in una amministrazione che usava una lanca di Po come discarica? Quel referendum che vedeva insieme centri sociali, forza italia e il quotidiano locale? Quel referendum che parlavo solo di localizzazione? Ha ragione, molto democratico.

    • Daniele

      Speriamo che chiuda la seconda linea di Spinadesco perchè le persone che abitano vicino non la volevano!
      Speriamo di chiudere Cremona alle macchine così da eliminare il problema delle polveri sottili!

      Io ho pronto le torce, ma lei deve trovare una soluzione per la gestione dei rifiuti e rispondere alle domande sotto.

      Fino a quel momento aspetto, intanto la torcia la spengo non vorrei bruciarmi le dita.

      Gli amministratori per gestire la comunità non deve essere umorale ma affrontare i problemi con spirito critico, senza rincorrere il populismo.
      Per la cronaca i cremonesi nella elezione successiva alla costruzione dell’impianto hanno rieletto l’amministrazione uscente. Come lo spiega?

      P.S. Sperare che chiuda un impianto con relativa perdita di posti di lavoro …… pensi alle famiglie dietro. Se capitasse a lei?

  • Francesca

    PD vergognosooooo! Proprio voi che lo avete fatto contro la volontà popolare, adesso ‘ sgridate’ l’attuale amministrazione che non riesce a chiuderlo?
    Fatene magari uno slogan della prossima campagna elettorale!
    Ma cosa credete che i cittadini dimentichino o che siano stupidi?
    Ruggeri, dov’eriiiii?
    Almeno silenzio e un po’ di pudore

    • vera

      Pontiggia, ha ragione.