Commenta

"Col di Lana", cambia il comandante: arriva il colonnello Bendazzoli

esercito

In mattinata alla caserma “Col di Lana”, alla presenza del comandante della Brigata “Ariete”, generale Fabio Polli, si è svolta la cerimonia di avvicendamento del comandante del 10° Reggimento Genio Guastatori. Ha salutato il colonnello Pier Francesco Cacciagrano ed è arrivato il colonnello Massimo Bendazzoli.

Il colonnello Cacciagrano, fanno sapere dalla “Col di Lana”, ha lasciato la guida dell’unità dopo oltre tre anni durante i quali i guastatori del 10° sono stati impegnati in molte attività, sia addestrative che operative, sia all’estero (dall’Afghanistan al Libano) che in territorio nazionale (operazione “Strade Sicure”, interventi di soccorso per pubbliche calamità in Veneto e Liguria). Ora lo attende un prestigioso incarico al Comando del Corpo d’Armata di Reazione Rapida della Nato di Solbiate Olona (VA).

Il comandante subentrante, il colonnello Bendazzoli, proviene dallo Stato Maggiore dell’Esercito. Per lui si tratta di un ritorno tra i ranghi dell’Ariete e del 10° Reggimento Genio Guastatori, dove già aveva ricoperto in passato incarichi di comando.

Alla cerimonia, accanto al Labaro del Nastro Azzurro, ai Gonfaloni e ai medaglieri delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, sono intervenute numerose autorità militari e civili, tra cui il sindaco di Cremona, il viceprefetto di Cremona, i comandanti dell’Arma dei carabinieri, della guardia di finanza, dei vigili del fuoco che, come in passato, hanno voluto testimoniare il legame e la vicinanza al 10° Reggimento Genio Guastatori.

Fin da mercoledì 22 gennaio un nucleo di militari del reparto sta operando, in coordinamento con la protezione civile e i vigili del fuoco, nella provincia di Modena per evacuare personale civile costretto ad allontanarsi dalle proprie abitazioni allagate dall’esondazione del fiume Secchia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti