Commenta

Dal museo ai musicisti Cinque concerti con gli strumenti a pizzico

pizzico-evid

Dal 14 dicembre 2013 il Museo Civico “Ala Ponzone” si è arricchito di una nuova sezione, Le Stanze per la Musica. Nelle sale settecentesche del piano nobile di Palazzo Affaitati, già sede dal Museo Stradivariano, confluito nel Museo del Violino, è infatti ospitata la Collezione di strumenti storici di Carlo Alberto Carutti, una tra le più importanti raccolte di strumenti a corda per la qualità, rarità e stato di conservazione dei pezzi che la costituiscono. “In accordo con Carlo Alberto Carutti – dichiara l’assessore alla Cultura Irene Nicoletta De Bona – la nuova sezione museale è stata denominata Le Stanze per la Musica, che sottintende l’idea di un museo vivo e partecipato, vetrina per gli appassionati e i turisti, base di studio per gli addetti ai lavori, ma anche spunto per momenti di intrattenimento, concerti e spettacoli”. “Mantenendo fede a questo impegno – prosegue l’assessore De Bona – si è deciso di organizzare la rassegna Un pizzico di corda L’altro lato della Liuteria. Questo consentirà di arricchire l’offerta musicale nella nostra città e, nel contempo, di mantenere viva l’attenzione verso la nostra Pinacoteca, che vanta opere di assoluto pregio. Anche questo ci sembra il modo più appropriato per celebrare il riconoscimento UNESCO del saper fare liutario, ottenuto alla fine del 2012. Un modo inoltre per celebrare la liuteria cremonese del passato e quella del presente, rappresentata dalle oltre 140 botteghe che operano in città. Infatti, Cremona è, a tutti gli effetti, la capitale mondiale della liuteria, che comprende non solo gli strumenti ad arco, rappresentanti dai capolavori conservati al Museo del Violino, ma anche da quelli a pizzico, anch’essi realizzati da grandi maestri, ora presenti al Museo Civico. Una ricchezza artistica e culturale che siamo impegnati a preservare e valorizzare quale testimonianza della nostra storia e come irrinunciabile strumento di sviluppo per il suo futuro”.

Per Carlo Alberto Carutti la rassegna che prende il via il 31 gennaio prossimo è una magnifica premessa per dare respiro e vita alla sua collezione. Per questo auspica che si possa realizzare un cd che contenga le musiche di almeno una decina degli strumenti esposti, così che se ne possa sentire anche il suono. D’altro canto per Carutti sarebbe molto bello che i visitatori della sezione Le Stanze per la musica potessero conoscere, attraverso la proiezione di alcuni filmati, la storia davvero ricca e spesso avventurosa che c’è dietro ad ogni strumento della collezione. Dal canto suo Ivana Iotta, direttore del Settore Cultura e Musei, ricorda che la rassegna è la prima di una serie di iniziative tese a rendere sempre più stimolante, anche per i giovani, questo nuovo polo del Museo Civico.

Il programma si apre, volutamente, con un concerto dal significato simbolico, quello di Sinfonico Honolulu, considerata la prima e principale orchestra italiana di ukulele, la “chitarrina” che fu il primo strumento a pizzico entrato in possesso dell’allora giovanissimo Carutti, una sorta di viatico a quella che negli anni sarebbe diventata una collezione di straordinario valore.
Una proposta di contaminazione è invece quella di Manomanouche Quartet, gruppo che spazia dallo swing, al folklore tzigano alla melodia italiana, mentre più decisamete jazzistica è la proposta di Lino PatrunoBlue Four che segna il ritorno sulle scene di uno dei più popolari suonatori italiani di banjo.
Le Stagioni di Vivaldi e Piazzolla, ovvero le Otto Stagioni, sono il terreno ideale per un quartetto di interpreti tra i migliori in Italia, nel rispettivo strumento: Giampaolo Bandini (chitarra), Cesare Chiacchiaretta (bandoneon), Francesco Cerrato(violino), Stefano Cerrato (violoncello).
L’ultimo appuntamento rappresenta il mondo cantautorale attraverso una voce originale, quella di Marco Ligabue, in duo acustico con il chitarrista Jonathan Gasparini per raccontare anche il suo Mare dentro, i brani del suo album d’esordio.
Biglietto: posto unico euro 7,00 (non sono previste riduzioni), il concerto del 17 maggio è previsto ad ingresso libero nell’ambito della Notte Europea dei Musei. Prevendite dal giorno venerdì 24 gennaio presso la biglietteria del Museo Civico di Cremona (dalle ore 10 alle ore 17 – escluso il lunedì) e online sul sito www.vivaticket.it. Alle ore 20 ai partecipanti al concerto è riservata la visita guidata gratuita alla nuova collezione di strumenti storici di Carlo Alberto Carutti Le Stanze per la Musica – chitarre, liuti, mandolini.
LE DATE  DEI CONCERTI NELLA SALA SAN DOMENICO DEL MUSEO CIVICO

Venerdi 31 gennaio 2014 – ore 21: SINFONICO HONOLULU “La maggiore ukulele orchestra italiana, vincitrice della Targa Tenco 2013 nella categoria miglior interprete ”

Venerdì 21 febbraio 2014 – ore 21:  MANOMANOUCHE QUARTET: Nunzio Barbieri, chitarra acustica – Pierre Steeve Jino Touche, contrabbasso – Luca Enipeo, chitarra acustica – Massimo Pitzianti, fisarmonica

Venerdi 14 marzo 2014 – ore 21: LINO PATRUNO BLUE FOUR: LINO PATRUNO chitarra, banjo, MAURO CARPI violino, CLAUDIO PERELLI clarinetto, ALDO ZUNINO contrabbasso

Giovedi 10 aprile 2014 – ore 21: OTTO STAGIONI musiche  di Antonio Vivaldi e Astor Piazzolla, trascrizioni Giacomo Scaramuzza. Giampaolo Bandini, chitarra – Cesare Chiacchiaretta, fisarmonica e bandoneon, Francesco Cerrato, violino – Stefano Cerrato, violoncello

Sabato 17 maggio 2014 – ore 21: MARCO LIGABUE in duo acustico in occasione della Notte Europea dei Musei

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti