Commenta

Benetton, timori per le voci di chiusura Intanto Buttarelli lascia corso Garibaldi

chiusure -evid

Timore tra i dipendenti dei negozi Benetton di corso Campi, per l’eventualità di una chiusura dei punti vendita. Alcune commesse si sono rivolte al sindacato per sapere quanto vi sia di vero nelle voci che stanno circolando, suffragate anche da quanto sta avvenendo in altre parti d’Italia e dalla volontà (dichiarata lo scorso anno dal presidente del gruppo veneto, Alessandro Benetton) di “ridurre il peso del mercato italiano”.

A preoccupare i dipendenti è stata la visita inaspettata di un agente immobiliare che ha dichiarato di voler visionare i locali. Una doccia fredda per le commesse, che non avevano ricevuto comunicazioni dai datori di lavoro. Peraltro potrebbe trattarsi di una incomprensione, visto che  i due negozi (uno per ragazzi, l’altro per adulti), appartengono a due stabili di proprietà diverse e non è detto che entrambi abbiano la stessa sorte. Analoghe preoccupazioni anche presso il negozio Sisley.  Del caso si è interessato Mario Santini della Cgil che ha contattato la Milano Report, titolare dei negozi, che a sua volta ha assicurato di non aver ricevuto alcuna comunicazione in merito dall’azienda produttrice.

Per una chiusura soltanto paventata, un’altra purtroppo reale, una delle tante, in centro e non solo. Lungo corso Garibaldi ha chiuso il negozio di telefonia Buttarelli, confermando le voci di qualche settimana fa. La scelta dei titolari è stata quella di concentrare tutte le attività nella sede lungo la Castelleonese, appena fuori città. L’anomalia, in questo caso sta nel fatto che i negozi di telefonia sono tra i pochi a resistere nelle locazioni commerciali, mentre sono soprattutto quelli di abbigliamento a risentire negativamente delle vendite.  Si allunga quindi la serie di negozi vuoti lungo la parte non pedonalizzata del corso, dove la situazione viabilistica resta un ibrido a cui i commercianti si sono dovuti adeguare, in alcuni casi loro malgrado.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti