Commenta

Intercettazioni, 250 utenze telefoniche tenute sotto controllo in un anno

intercettazioni-evid

Circa 250 utenze telefoniche sotto controllo, in un anno, nel corso delle attività portate avante dall’Autorità giudiziaria che opera in provincia di Cremona. Per la precisione si parla di 233 utenze intercettate dopo richieste della Procura cremonese  e di 23 dopo richieste dell’allora Procura cremasca (ora accorpata a quella di Cremona dopo la “fusione” dei tribunali). Sono i numeri delle intercettazioni nel periodo che va dal primo luglio 2012 al 30 giugno 2013. Non si può comunque parlare di 233 e 23 persone intercettate, dal momento che spesso a un singolo individuo sono riconducibili più numeri e risulta necessario monitorarli tutti per arrivare a elementi in grado di aiutare gli inquirenti nelle indagini. Nessuna “sorpresa” dai numeri “cremonesi”, sostanzialmente in linea – con i dovuti paragoni – con le situazioni delle province di Brescia (378 utenze intercettate) e Mantova (176), assieme a Cremona nel distretto di competenza della Corte d’appello di Brescia. I dati sono stati pubblicati dalle testate giornalistiche di Bergamo, che hanno evidenziato il gran numero di intercettazioni effettuate su richiesta della Procura bergamasca (anch’essa all’interno del distretto della Corte d’appello di Brescia) nello stesso periodo (luglio 2012-giugno 2013): in questo caso si parla di 1337 utenze tenute sotto controllo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti