Commenta

Ritiro raccomandate in via S.Bernardo Ancora molte lamentele dai cittadini

posta-evid

E’ passato circa un mese da quando il servizio di ritiro raccomandate è stato spostato dalla Posta Centrale di via Verdi all’ufficio smistamento di via San Bernardo, ma ancora i cremonesi non si sono abituati del tutto alla novità. C’è ancora chi, inconsapevole del cambiamento, si reca prima in centro, facendo così un viaggio a vuoto. Chi già abita in centro ed è costretto a prendere l’auto per qualcosa che prima poteva fare muovendosi a piedi. Ma anche per chi viene da fuori il posto risulta “fuori mano” e “scomodo da raggiungere”.

“Arrivare in questo posto è un incubo, soprattutto ora che i lavori in via Persico bloccano quella strada di accesso” sottolinea un cittadino mentre cerca invano parcheggio. “Non posso essere contenta di questo spostamento, visto che abito in centro e che prima in due minuti ero in posta” aggiunge una ragazza, arrivata in bicicletta. “Senza contare che questa zona è decisamente fuori mano”.
Molti si lamentano anche di non aver saputo nulla e di essersi trovati la “sorpresa” appena giunti alla Posta Centrale. “Non sapevo che avessero spostato il ritito delle raccomandate, così stamattina ho perso un quarto d’ora per parcheggiare in centro, ho speso i soldi per il parcheggio, per poi scoprire che dovevo venire qui” si lamenta una casalinga del Cambonino.
“E’ una settimana che rimando il ritiro della mia raccomandata” racconta un’anziana signora. “Non ho l’auto e normalmente mi muovo in bus, ma la zona del Cimitero non è servita bene come il centro storico. E’ scomoda da raggiungere”.

Insomma, per quanto l’Agenzia abbia dichiarato di aver preso questa decisione “per venire incontro alle esigenze della cittadinanza” in quanto “l’ubicazione attuale è collegata da un maggior numero di mezzi pubblici e dalla presenza di parcheggi  in prossimità del centro”, i disagi sembrano essere maggiori dei servizi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti