Commenta

Treni, il Comune ammette l'impotenza Tavolo pendolari, fallimento polemico

evid-pendolari

Si è tornati a parlare di pendolari in consiglio comunale, in risposta ad un’interrogazione del Pd, che chiedeva un maggiore interessamento del Comune ai problemi quotidiani dei viaggiatori sulle linee di Trenord. Tra l’altro veniva chiesto che la giunta Perri organizzasse  un incontro urgente tra i Sindaci e Presidenti delle Province interessate a tutte le tratte cremonesi, per elaborare strategie rivolte al miglioramento del servizio a favore dei pendolari.

L’assessore alla Mobilità  Francesco Zanibelli non ha potuto fare altro che prendere atto di una situazione che continua ad essere gravissima e ha ricordato l’impegno profuso:  “Il problema è evidentemente di struttura. I vari soggetti che si occupano del trasporto ferroviario affermano le criticità presenti e assicurano investimenti, che però non si sono mai tradotti in un miglioramento del servizio. Ci è stato inoltre fatto presente l'”effetto norma”: il numero di controlli che per legge vanno eseguiti dopo un guasto sono sempre più numerosi. Il Comune di Cremona – ha spiegato Zanibelli –  è tra i pochi rappresentati politicamente nelle riunioni di Milano, rivolti in primis ai dirigenti; raramente vedo miei colleghi presenziare. Noi abbiam fatto il massimo possibile: abbiamo istituito un tavolo comunale che per un certo periodo ha concorso a raccogliere informazioni e fare pressione politica, ma il grosso del lavoro lo devono fare i rappresentanti del territorio in Regione. Il problema è serio; l’assessore Del Tenno ci ha chiesto qualche mese ancora e la Regione non sembra propensa a mettere a gara il servizio. La parte che ci compete – ha concluso l’assessore –  è essenzialmente l’ascolto dei cittadini e abbiamo fatto anche proposte. Purtroppo non sono state accolte, come quella, proveniente dagli stessi pendolari, di realizzare alcune corse veloci per Milano con la soppressione della fermata di Lodi. Purtroppo, dagli elementi che abbiamo raccolto in questi anni, emerge che questa azienda guarda ai termini economici  delle linee e la Cremona-Milano non è tra le più redditizie: ecco perchè il nuovo materiale rotabile viene messo su altre linee”. Una sorta di resa, quella di Zanibelli, non a caso rimarcata da Maura Ruggeri, capogruppo Pd: “Quello che ci ha detto l’assessore è gravissimo ed è una grossa sconfitta politica. Ne deriva un’emarginazione della città e del territorio che pare vedere l’amministrazione impotente”.

Coda polemica sul tavolo Comunale pendolari, istituito un anno fa in maniera bipartisan e presieduto da Giorgio Everett, che da tempo non si riunisce più: lo stesso Everet ha attribuito il fallimento del tavolo alle frasi della rappresentante Pd Alessia Manfredini, sull’inutilità del tavolo stesso, nelle forme e nei modi in cui veniva convocato. Ironico il commento di Ruggeri: “Non immaginavo che la consigliera Manfredini avesse tutto questo potere di bloccare un Tavolo. Mi pare che l’indirizzo della maggioranza dovesse pure avere una certa autonomia: questa cosa mi fa un po’ sorridere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti