Commenta

Scuola statale Partita la marcia per le iscrizioni

scuola-iscriz-evid

Da oggi, lunedi 3 febbraio, è possibile per le famiglie e gli studenti procedere alle iscrizioni scolastiche per l’anno 2014-2015. Le regole per la procedura on-line (l’unica possibile) sono state fissate dal Ministero dell’istruzione e prevedono la registrazione (era possibile farla on line già nei giorni scorsi). Chi lo avesse già fatto l’anno scorso dovrà ripetere l’intera procedura, prima di iscrivere i figli a scuola. Dopo i problemi dello scorso anno, in cui si sono registrati momenti di black out, il sistema informatico del ministero dell’Istruzione è stato potenziato.Questa modalità di iscrizione vale per la primaria, la secondaria di primo grado e la secondaria di secondo grado.

L’ufficio scolastico provinciale ha pubblicato sul proprio sito l’offerta scolastica delle scuole superiori statali e della formazione professionale. La novità di quest’anno è il liceo scientifico ad indirizzo sportivo, assegnato a Crema all’istituto Pacioli. Cremona è rimasta a bocca asciutta, nonostante il grande interesse suscitato lo scorso anno dalla proposta dell’istituto paritario Vida.  Dal canto suo il liceo scientifico cittadino Aselli, non potendo promuovere l’indirizzo sportivo (di cui aveva fatto richiesta), propone nelle giornate di scuola aperta una modulazione oraria che dà più spazio alle discipline sportive. Sarà attivata solo in caso di raggiungimento di un numero minimo di iscritti. Non tutte le regioni italiane hanno reso noti gli istituti dov’è possibile iscriversi al nuovo indirizzo, e sul sito “Scuola in chiaro”, del Miur non vi è traccia dei licei sportivi.

Per quanto riguarda le medie inferiori, ormai quasi tutte le scuole cittadine puntano sull’alternativa della settimana corta (5 giorni anzichè 6) per attirare nuovi iscritti o per non perderli.

Per le scuole dell’infanzia e le paritarie non è ancora prevista la procedura online. Sulla scelta della religione è da registrare a livello nazionale che le organizzazioni cattoliche protestano perché alcune scuole all’atto dell’iscrizione sottoporranno ai genitori, oltre al modulo per la scelta della religione, anche quello per l’eventuale attività alternativa prevista dalla normativa. Una situazione che, temono i docenti di religione, possa indurre le famiglie a dirigersi verso le attività alternative. La scelta delle quali deve avvenire, secondo le organizzazioni cattoliche, all’inizio dell’anno e non durante le iscrizioni.

L’ufficio scolastico provinciale di Cremona informa che “l’iscrizione alle classi prime delle istituzioni scolastiche statali e paritarie di secondo grado avviene attraverso il sistema delle “iscrizioni on line” raggiungibile dall’indirizzo web www.iscrizioni.istruzione.it, come indicato nella circolare dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia n. 28 del 10 gennaio 2014; l’iscrizione alle classi prime dei percorsi di IeFP erogati dagli enti di formazione professionale avviene attraverso il sistema informativo dell’Anagrafe Regionale degli Studenti (ARS) disponibile all’indirizzo http://anagrafestudenti.servizirl.it, come indicato nella circolare congiunta USR/RL n. E1.2014.00151121 del 21 gennaio 2014.”.

Non occorre comunque affrettarsi: il Ministero informa che iscriversi sin dalle prime ore non dà alcun diritto di priorità sulla domanda di ammissione. C’è tempo fino al 28 febbraio compreso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti