Commenta

Cda di Padania Acque, Udc: "No ai doppi incarichi"

padania-acque

La tappa del Consiglio provinciale di lunedì sarà quella decisiva per l’approvazione dello Statuto di Padania Acque Gestioni. L’ultimo atto sarà quello dell’Assemblea dei Soci che, prendendo atto delle delibere dei Consigli comunali, lo approverà definitivamente. Lo Statuto è frutto del lavoro portato avanti dai partecipanti al Tavolo Idrico.
Per l’Udc occorre, però, “prendere questa occasione per mettere ordine anche nelle nomine definendo alcune linee di indirizzo alle quali far riferimento non solo per Padania Acque ma per le società pubbliche in generale. – dichiara il Segretario provinciale Giuseppe Trespidi – Nel merito, durante la discussione sullo Statuto in Consiglio provinciale, l’Udc presenterà una mozione con la quale chiede che siano definite le modalità di nomina del Consiglio di amministrazione, dei componenti del comitato di indirizzo e controllo e del collegio sindacale dell’azienda pubblica. L’Udc ritiene che sia necessario ed indispensabile definire criteri di scelta e di individuazione degli organi di gestione e di controllo con modalità ad evidenza pubblica e sulla base di competenze specifiche atte a ricoprire il ruolo e la funzione”.

Ma non solo. “Nei bandi pubblici dovranno essere indicati anche i requisiti per l’ammissione alla selezione e le modalità con cui si andranno a proporre le nomine all’assemblea dei Comuni soci – continua Trespidi -. Un’altra norma dovrà riguardare chi andrà ad assumere il ruolo di consigliere di amministrazione e di componente del collegio sindacale: non potranno esserci doppi incarichi o nomine per chi ha già altri incarichi similari in aziende o società pubbliche. In caso contrario l’accettazione della carica dovrà comportare l’automatica cessazione dagli altri incarichi.
E’ ora che termini il tempo in cui le nomine vengono percepite dai cittadini come fatte solo per “meriti” politici o, peggio, per parentele varie. Il merito e la competenza devono emergere e prevalere. Gli strumenti per operare in questa direzione ci sono per cui – conclude Trespidi – è arrivato il tempo di impiegarli. Il superamento dei doppi incarichi e dei doppi compensi deve cessare e l’Udc con questa mozione in Consiglio provinciale intende dare un segnale preciso ai Cittadini facendo, nel contempo, emergere qual’è il grado di condivisione di questo obiettivo da parte delle forze politiche presenti in Consiglio provinciale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti