Commenta

Caritas, appello alla solidarietà: ogni mese raccolte mirate per i poveri

caritas-evid

Un forte appello alla solidarietà quello che la Caritas cremonese fa ai cittadini, chiedendo di non perdere di vista l’importanza del sostegno al povero. Si lancia così una nuova iniziativa dal titolo “La raccolta continua…”: una raccolta non di denaro, ma di generi alimentari che varieranno ogni mese da destinare alle tante situazione di fragilità seguite dalla Casa dell’Accoglienza. La colletta, promossa in sinergia con la Federazione Oratori, parte con febbraio, individuato come “mese della colazione”: le richieste riguardano latte a lunga conservazione (anche con scadenza ravvicinata) e zucchero. La raccolta del materiale presso gli Uffici Caritas di via Stenico 2/B. E’ il direttore della Caritas, don Antonio Pezzetti, a lanciare l’appello, in una lettere inviata nei giorni scorsi a tutte le parrocchie, gli oratori e i benefattori della Caritas nella quale fa un bilancio delle attività svolte.
“Nell’anno 2013 – si legge – abbiamo potuto accogliere e sostenere circa 100 donne con bambini molto piccoli (soltanto di pannolini e omogeneizzati abbiamo speso 4.500 euro!) o in età scolare e alcune donne sole. L’età media di queste donne accolte è compresa tra venticinque e quarant’anni, quasi sempre sono disoccupate e una su due è italiana. Vengono accolte soprattutto per problemi legati alla vita familiare e/o gravi difficoltà sociali. Sempre più spesso incontriamo anche donne con problemi psichici e donne grandi di età. Ogni sera nel rifugio ospitiamo gratuitamente diciotto uomini senza dimora che trovano un pasto caldo, un letto, la possibilità di lavarsi, cambiarsi e curasi”.
In più, con il Fondo famiglie, nel 2013 “la Caritas diocesana ha erogato contributi economici ad ottocento persone – di cui la metà italiani purtroppo – per un totale di euro 185.000 destinati in larga parte al pagamento di utenze, affitti e spese mediche. Ad oggi 60 tra famiglie e gruppi parrocchiali hanno attivato un “Sostegno a vicinanza” per alcune famiglie in difficoltà”.
Don Pezzetti ha lanciato quindi un appello: “Se ci permettiamo di disturbarti – si legge nella lettera – è perché sappiamo quanto sei generosa/o e vogliamo chiederti aiuto per una raccolta – non in denaro – ma in generi vari che la tua Caritas diocesana sta organizzando per i mesi a venire. A partire dal mese di febbraio 2014 ci organizzeremo infatti con un raccolta di articoli vari da destinare a quanti fanno riferimento alla Caritas ed alla Casa dell’Accoglienza”.
Per il mese di febbraio la raccolta riguarderà dunque  latte a lunga conservazione (anche con scadenza ravvicinata) e zucchero. Si proseguirà a marzo, il “mese del pranzo”, promuovendo una raccolta straordinaria di riso. Ad aprile, il “mese della Pasqua”, saranno raccolte colombe da destinare soprattutto ai detenuti nel carcere di Cremona. A maggio, il “mese della mamma”, la raccolta riguarderà articoli per l’infanzia (latte in polvere, omogeneizzati, farine per lattanti, pannolini infanzia). Durante tutta l’estate, invece, si farà una raccolta di materiale scolastico (quaderni, pastelli, pennarelli, colla, zaini) da distribuire tramite il Centro di Ascolto diocesano nel mese di settembre.
Il materiale della raccolta potrà essere consegnato presso gli uffici della Caritas diocesana, in via Stenico 2/B. «Nessuno è autorizzato – si precisa ancora – a raccogliere materiale o denaro “porta a porta” o in strada».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti