Commenta

Eletto il comitato di presidenza dell'Associazione industriali

industriali-evid

Nominato martedì sera, durante la riunione del  Consiglio direttivo dell’Associazione industriali di Cremona, il nuovo Comitato di presidenza, l’organo che coadiuva il presidente nell’attuare la gestione dell’Associazione. Il presidente dell’associazione, Umberto Cabini ha proposto la seguente rosa di nomi che il Consiglio Direttivo ha approvato ed eletto all’unanimità per il mandato quadriennale 2014-2017:
Presidente (con delega ai Rapporti Sindacali): Umberto Cabini
Vice presidente (rapporti interni): Rossano Bonetti – 41 anni, amministratore delegato di Witor’s.
Vice presidente (rapporti economici): Cristina Crotti – 47 anni, laureata in Economica alla Bocconi, é presidente della Gei SpA, Enercom, Omnia Servizi, Gas 2000, Ice, Mpg.
Consiglieri incaricati
Davide Borsatti – 43 anni, titolare insieme ai due fratelli della Edilkamin, primaria azienda produttrice di camini e stufe a legna e pellets.
Francesco Buzzella – 45 anni, laureato in Economica alla Bocconi. Dal 1994 Amministratore Delegato del Gruppo Coim.
Roberto Danesi – 47 anni, presidente del Consiglio di amministrazione della Fornaci Laterizi Danesi SpA, società capogruppo del Gruppo Danesi.
Matteo Moretti – 46 anni, amministratore della Lumson SpA di Capergnanica.
Cristiano Villa – 41 anni, dal 1994 membro del CdA di Villa e Bonaldi di Ricengo, nonché socio ed Amministratore Delegato di Villa e Bonaldi Kazakistan. È stato Presidente del Gruppo Giovani Industriali dal 2011 al 2013.
Il Comitato è inoltre costituito da tre Membri di diritto: ex presidente Mario Caldonazzo, presidente Gruppo Giovani Stefano Allegri, presidente Comitato Piccola Industria (a fine febbraio l’elezione del nuovo Presidente in quanto Umberto Cabini è passato alla presidenza dell’Associazione).

“Ho deciso – ha specificato il presidente Cabini –  nel formare la mia squadra,  di attenermi non tanto ad un criterio orientato alla rappresentanze delle varie aree della provincia (cremasco, cremonese, etc) né  sui settori o categorie merceologiche, bensì ad un elemento “generazionale”. Uno sguardo al futuro, al rinnovamento: accanto ad alcuni  nomi  del precedente comitato (per mantenere un punto di aggancio alla trascorsa esperienza) ho inserito imprenditori giovani quali elementi di una nuova classe dirigente che possa guardare appunto al futuro della nostra associazione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti