Commenta

In un anno oltre 750 eventi in città, su area pubblica

eventi-evid

293 eventi rilevanti con richiamo di pubblico, 278 tra mercati e mercatini, 114 iniziative minori con modeste occupazioni di suolo pubblico, 67 tra manifestazioni religiose, celebrazioni e commemorazioni. In totale sono 752 gli eventi che si sono svolti su area pubblica dal primo marzo 2013 e chi svolgeranno fino al primo marzo 2014: questi i dati del report stilato dal Comune di Cremona sugli eventi organizzati a Cremona nell’ultimo anno.
Negli eventi rilevanti con richiamo di pubblico rientrano quelli che hanno avuto un  maggiore impatto sulla città perché con un elevato numero di persone confluire nei luoghi dove scelti per le varie manifestazioni, compresi appuntamenti tradizionali quali la Festa del Torrone, Le corde dell’Anima ed altro. In tale ambito gli eventi sportivi sono i più numerosi. Si tratta prevalentemente di gare competitive (82 eventi), ma vi sono anche manifestazioni di carattere sportivo ricreativo (23 eventi), per esempio camminate o biciclettate, spesso finalizzate al sostegno di iniziative benefiche. Cinque eventi sportivi avevano finalità esclusivamente dimostrative, come l’esibizione di ginnastica ritmica/artistica in piazza del Comune e la dimostrazione di scherma in piazza Stradivari per avvicinare giovani generazioni alla pratica dello sport. Gli eventi si sono svolti prevalentemente nei mesi di giugno e settembre (62 eventi ciascuno), seguiti da maggio (42 eventi) e luglio (35 eventi). Tra i vari tipi di eventi si registrano piccole differenze in base al periodo di svolgimento: le manifestazione sportive si sono svolte prevalentemente nei mesi di aprile, maggio,giugno e settembre; gli spettacoli soprattutto in giugno, luglio e settembre; le feste in giugno, luglio e settembre.
“Tra gli spettacoli che hanno animato la città troviamo soprattutto eventi musicali e concerti (71 eventi su 89) – spiega il Comune in un comunicato -. In misura decisamente minore vi sono anche spettacoli di danza e teatrali. Si trovano per esempio rassegne musicali come “Bel canto sotto le stelle”, dedicato alla musica lirica, “Note nel verde” (concerti del Complesso bandistico “Città di Cremona” nei giardini pubblici di tutta la città), “Cremona Summer Festival”, “Stradivariando” per l’animazione musicale nel tratto pedonale di corso Garibaldi”.
Il luogo più gettonato per lo svolgimento di concerti all’aperto è risultato essere il Cortile Federico II (21 eventi), uno spazio suggestivo compreso tra Palazzo Comunale e piazza del Comune. La stessa piazza del Comune è stata teatro di eventi musicali (orchestre o formazioni di strumentisti con basso impatto sonoro) così come piazza Stradivari. Un altro luogo caratteristico, che ha ospitato diverse esibizioni, è la pagoda di piazza Roma. Anche piazza Giovanni XXIII ha ospitato diversi concerti, soprattutto nell’ambito della rassegna “Giugno in piazzetta” organizzata da un esercizio pubblico.
“Vi sono poi manifestazioni articolate che comprendono più eventi che si svolgono contemporaneamente nello stesso periodo – spiegano ancora dal Comune -. Si tratta di iniziative con finalità ricreative, culturali, commerciali o benefiche. Quattro feste sono state di quartiere. Cinque sono state le feste di partito. Due feste con connotazione etniche. Tra gli eventi più significativi (per affluenza di pubblico): la Festa del Torrone, Le Corde dell’anima, il luna park di S. Pietro, i Giovedì d’estate, l’Happening 2013, il Motorock”.
A Cremona si svolgono poi sia mercati periodici sia mercati straordinari su area pubblica. “Tra i primi troviamo il mercato merceologico bisettimanale in piazza Stradivari, con annesso mercato dei fiori (ogni mercoledì e sabato mattina), il mercato settimanale rionale in piazza Fiume (ogni martedì mattina), il mercato dei produttori agricoli invia Mantova (ogni venerdì mattina) ed una serie di mercatini tematici domenicali che si svolgono nel centro storico (prodotti tipici, usato, artigianato, prodotti biologici): in totale questi iniziative sono state 241 – spiegano ancora dal Comune -. Oltre ai mercati periodici sono stati organizzati 37 mercati straordinari. Tra questi troviamo, per esempio, Cantine in tour, il Mercato Europeo in corso Garibaldi, Vanita’s market, Regioni in festa (mercatino di generi alimentari tipici), il mercato merceologico di S. Pietro, i mercatini natalizi, la Fiera del libro (primaverile e autunnale), per citarne solo alcuni. I mercatini straordinari si sono svolti quasi esclusivamente nel centro storico – soprattutto in corso Garibaldi, piazza Roma e piazza Stradivari – ad eccezione del mercato di San Pietro (viale Po) e le Bancarelle del Forte (Centro commerciale CremonaPo).
Alcune iniziative hanno richiesto una modesta occupazione di suolo pubblico ed erano rivolte prevalentemente a visitatori di passaggio. Queste iniziative non sono tali da attirare di per sé una grande affluenza di pubblico. E’ necessario che l’occupazione di spazi venga comunque gestita e coordinata per garantire il corretto svolgimento della vita cittadina. Si tratta di bancarelle per campagne di informazioni o di vendite benefiche, stand promozionali a carattere pubblicitario, singoli banchi commerciali o giostre non collegate ad altre iniziative. Dal 1° marzo 2013 al 1° marzo 2014 sono 114 le iniziative di questa natura. Stand dimostrativi/informativi (68 eventi): si tratta di banchi o stand posti in luoghi di forte passaggio in cui vengono esercitate attività di raccolta fondi di beneficenza (nel 81% dei casi) per il sostegno di organizzazione di promozione sociale, oppure attività di informazione relativa a serviziper i cittadini, salute e corretti stili di vita (19%)”.
I luoghi preferiti per gli stand dimostrativi o promozionali con finalità non commerciali sono la Galleria 25 Aprile (23 occupazioni) e corso Campi (20).  Stand promozionali pubblicitari: 7 eventi per far conoscere al pubblico prodotti, servizi o negozi. Gli stand veri e propri hanno interessato piazza del Comune, piazza Marconi e piazza Stradivari. Altri eventi promozionali si sono svolti in corrispondenza dei negozi degli organizzatori. Singoli banchi commerciali non collegati a mercati o ad altri eventi: 3 bancarelle per 38 ripetizioni più una giostra. In piazza Stradivari hanno trovato posto le bancarelle , nei giardini di piazza Roma la giostra.
“Un’altra importante categoria di manifestazioni su suolo pubblico è costituita da eventi legati a ricorrenze religiose (50) e civili (17). 41 gli eventi per ricorrenze proprie della religione cattolica, 8 per religioni cristiane evangeliche o ortodosse, ed una  legata alla religione dei Sikh” concludono dal Comune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti