Un commento

Quartiere 1: Comitato scarsamente soddisfatto dell'operato del Comune

via-filzi

La tanto decantata attenzione da parte del Comune per le periferie cittadine vacilla sotto la polemica: nei giorni scorsi una lettera è giunta al sindaco da parte del Comitato di Quartiere 1, con un bilancio di quelli che sono stati in questi anni i rapporti con il Comune, in cui si esprime una certa insoddisfazione. Numerosi sono i problemi che escono da questo rapporto, a partire dalla comunicazione con gli assessori, che risulta “buona quando presi singolarmente” ma “confusa” laddove si rende necessario “un dialogo tra diversi assessorati”. Scarso anche il coinvolgimento dei quartieri da parte della Commissione periferie, sempre secondo il comitato. Allo stesso modo anche la comunicazione con l’ente “andrebbe migliorata: soprattutto quando ci sono coinvolti diversi settori dell’ente, capita che arrivino risposte che sono in contrasto tra loro” si legge sulla missiva.
Commenti positivi arrivano invece sul tema della manutenzione ordinaria: alle richieste dei residenti, “l’ente ha saputo rispondere con interventi concreti e in tempi accettabili”, anche se si richiede una “migliore programmazione degli interventi”, con la disponibilità alla piena collaborazione da parte del Comitato, che in merito dice di avere parecchie idee”.
Un “grande vuoto” viene segnalato per quanto riguarda gli interventi di tipo programmatorio: come evidenzia la missiva, “su questo tipo di interventi sembra che non si siano trovate le adeguate risorse e sinergie, e che quindi sia stato fatto davvero poco nei quartieri, mortificando le aspirazioni di sviluppo”.
Nel complesso si segnala quindi una scarsa soddisfazione rispetto alle promesse ricevute e rispetto alle richieste fatte, tanto più che si trattava “di richieste elementari, per la cui attuazione non si richiederebbe impegno di tante risorse economiche ma solo una migliore organizzazione”.

Il Comitato ha quindi voluto ribadire quelle che sono le priorità di intervento per il quartiere: la riqualificazione del sottopasso di via Fabio Filzi; l’asfaltatura di via Aglio; il rifacimento dell’asfalto di via Barosi, via Filzi, via San Francesco d’Assisi; il completamento della ciclabile tra via Filzi e via Bergamo; la realizzazione di un attraversamento pedonale in via S. Francesco all’incrocio con via Naviglio; manutenzione dei marciapiedi: di via Castelleone (zona Lidl), di via Milano, di via Ghinaglia; installazione di pensiline per gli autobus in via Filzi; realizzazione di una nuova uscita per la scuola elementare di via S. Ambrogio; realizzazione di un nuovo cancello pedonale per il parco giochi di via Filzi; apertura di un nuovo accesso per il cimitero da via Boschetto; incremento dell’utilizzo dei dissuasori di sosta; sostituzione delle piante rimosse nelle vie: Filzi, S. Francesco, dei Cipressi, Boschetto, Castelleone, Ghinaglia e Bergamo; assegnare in via definitiva gli orti urbani; trasformare in parcheggio l’area un tempo adibita a piazzola ecologica di via Aglio; regolamentare meglio la sosta nelle vie attorno a piazza Ragazzi del ’99; intervenire sulla viabilità delle vie: Sesto, Castelpiano e dei Castelli; tombinatura del fosso lungo via Filzi e completamento del marciapiede; realizzazione di sensi unici: da via Filzi-incrocio via S. Francesco verso via Lazzari, in via Aglio; trasformazione di parte di via Naviglio in percorso ciclopedonale e inserimento del limite dei 30 km orari e di dissuasori di velocità; più interventi nella pulizia delle strade; garantire una presenza fissa dei vigili di quartiere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Diego Banin

    bravo quartiere 1