Commenta

Convenzione Cai-Comune, un progetto per le scuole elementari

convenz-cai

Rinnovata anche per quest’anno la convenzione tra il Comune di Cremona e il Cai – Club Alpino Italiano. L’attenzione è rivolta alla scuola primaria, terreno privilegiato per trasmettere, a partire dai più piccoli, valori e principi di valenza pedagogica e proporre esperienze che toccano e favoriscono più dimensioni della crescita, quella fisica e quella psichica.

La proposta si concretizza con una prima parte in classe su temi quali l’orientamento, i materiali usati in montagna, le catene montuose, la risorsa acqua ed una seconda parte che si svolge nella palestra di arrampicata Cai, collocata presso gli impianti natatori di piazzale Atleti Azzurri d’Italia, dove è prevista l’arrampicata con corda e l’arrampicata boulder (senza corda). L’attività si conclude con una gita concordata tra insegnanti ed operatori del Cai e dove è prevista la presenza di esperti. Le attività sono rivolte alle classi terze, quarte e quinte delle scuole primarie ed i contenuti sono modulati in rapporto alla classe ed ai curricula. I momenti informativi si integrano con esperienze pratiche condotte, secondo le esigenze, a livello individuale, o a coppie di bambini oppure in gruppo. Le classi coinvolte quest’anno sono 17, per l’esattezza: la IV A, V A  e IV B della Trento Trieste, la IV B della don Primo Mazzolari, la III A, III B,  IV A, IV B, V A e V B della Realdo Colombo,  la III, IV e V di Cavatigozzi e la III A, III B, IV A  e IV B della Capra Plasio.

“La fattiva collaborazione con il Cai – dichiara l’assessore alle Politiche Educative Jane Alquati – è dettata da finalità comuni che ci legano: infatti, attraverso le attività del C.A.I. si permette a bambini e giovani di esprimere in modo costruttivo ed originale le proprie aspirazioni ed energie, diventando protagonisti attivi. Il fine è di aiutare i ragazzi a sviluppare un adeguato senso critico in riferimento al territorio che li circonda, promuovendo occasioni per vivere esperienze di gruppo, di collaborazione e di aggregazione, per trasformare il tempo libero in tempo utile”.

Anche il consigliere comunale con delega allo Sport, Marcello Ventura, sottolinea il valore di questa collaborazione in quanto “il Cai propone attività sportive in grado di attivare i ragazzi in esperienze in cui entra in gioco il confronto con se stessi, un se stessi reale in cui si è a confronto con il proprio corpo e la propria psiche messa alla prova dalla verticalità di un’arrampicata. I ragazzi sono stimolati a tirare fuori risorse e capacità che forse non si sa di possedere oppure evidenziando i propri limiti al fine di potersi migliorare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti