Commenta

Taglio del nastro per Bioenergy Italia Al via la tre giorni sulla sostenibilità

bioenergy-evid

Nella mattinata di mercoledì è stata inaugurata la quarta edizione di BioEnergy Italy, che si svolge a CremonaFiere dal 5 al 7 marzo, alla presenza del presidente di CremonaFiera, Antonio Piva, oltre a numerose autorità cittadine, tra cui il sindaco Oreste Perri e il presidente della Provincia Massimiliano Salini. Durante il Salone delle fonti rinnovabili di energia,  l’Associazione Italiana delle Energy Service Company (Assoesco) è stata protagonista di un workshop dove sono stati illustrati alcuni casi in cui altrettante ESCo hanno realizzato interventi per ottimizzare l’efficienza energetica in aziende agroalimentari. “Le ESCo acquistano e finanziano gli impianti – ha precisato Andrea Tomaselli, presidente di Assoesco – liberando il cliente da ogni preoccupazione e da ogni rischio di performance. La nostra associazione ne raggruppa una trentina perché le vere ESCo, quelle che svolgono correttamente il loro lavoro non sono ancora molte. La loro attività, in tema di cogenerazione, prevede la progettazione, che deve essere ispirata dalla necessità di massimizzare il ritorno economico del gestore, la gestione dei rapporti con la Pubblica amministrazione, la conduzione, perché un cogeneratore senza un conduttore è come un’auto senza pilota, la capacità di modulare gli impianti e rilevare in tempo reale ogni evento che può impattare sulle performance dell’impianto stesso”.
La Fiera BioEnergy Italy mette al centro tutti i temi principali del comparto, affiancando una ricca offerta espositiva ad un esauriente panorama convegnistico e seminariale; tutto nel segno di una crescente internazionalizzazione (con delegazioni provenienti da dieci Paesi particolarmente rilevanti per lo sviluppo di questo business).
Sempre nella mattinata di mercoledì si è svolto il 4 Food BioEnergy, appuntamento di grande interesse sul recupero degli scarti agro-industriali visti come occasione strategica per l’azienda e per l’intero comparto agricolo e industriale.
Altro tema importante, sotto i riflettori della maniffestazione, quello della produzione di biogas e biometano e di utilizzo delle biomasse, con l’analisi dei costi da sostenere nella realizzazione di un impianto, le offerte formative e opportunità occupazionali, la sostenibilità ambientale degli impianti di biogas. Questo sarà un po’ il leit motiv di tutta la manifestazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti