Commenta

Nuovi talenti: al Ponchielli Junge Deutsche Philharmonie con Renaud Capuçon

NUOVI-TALENTI-EVID

Un gradito ritorno al Teatro Ponchielli, che ogni anno dedica un concerto ai Nuovi talenti. Quest’anno protagonista sarà la Junge Deutsche Philharmonie, diretta da Stefan Asbury, che nella prima parte del concerto sarà affiancata da un’altra giovane star del violino, Renaud Capuçon. L’appuntamento è per venerdì 21 marzo (ore 20.30). L’ensemble eseguirà il Preludio dall’opera  “I Predestinati” di Franz Schreker, il Concerto per violino e orchestra in re minore (op. postuma) di Robert Schumann e la Sinfonia n. 4 in do minore op. 43 di Dmitrij Šostakovič.

La Junge Deutsche Philharmonie è composta da giovani e talentuosi strumentisti provenienti dalle principali accademie tedesche. A Cremona proporranno la monumentale Sinfonia n.4 op.43 di Šostakovič, composta negli anni ’30 del ‘900, ma eseguita per la prima volta solo negli anni ’60 a causa delle critiche subite dal compositore da parte del Regime Sovietico. Nella prima parte, si unirà alla Jdp un altro giovane talento, Renaud Capuçon, uno dei più ammirati violinisti della sua generazione, che proporrà il Concerto in re minore di Schumann, pubblicato come opera postuma ed eseguito per la prima volta addirittura nel 1937.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti