Commenta

Cremo, bella prova contro il Vicenza Prima soffre, poi recupera 2-1

esultanza1-dentro

foto Francesco Sessa

CREMONESE: Bremec, Caracciolo, Bergamelli, Loviso (65’ Bruccini), Abbate, Visconti, Avogadri (77’ Casoli), Armellino, Della Rocca, Palermo, Brighenti (70’ Francoise). All.: Dionigi.

VICENZA: Alfonso, Gentili, D’Elia, Castiglia, Murolo, Camisa, Mustacchio, Cinelli (86’ Giacomelli), Maritato (10’ Tiribocchi), Jadid, Tulli (67’ Padovan). All.: Lopez.

ARBITRO: Ripa di Nocera (assistenti: Hager e Margini).

RETI: 13’ Castiglia, 28’ Brighenti, 85’ Armellino.

NOTE – Ammoniti: Visconti, Murolo, Giacomelli. Angoli: 7-3. Recupero: 2’ pt – 4’ st.

La Cremonese riscatta l’opaca prestazione di Carrara superando in rimonta il Vicenza nello scontro diretto per il terzo posto. Con questo successo i grigiorossi si portano a più 4 sulle dirette inseguitrici a due giornate dal termine. I ragazzi di Dionigi hanno saputo reagire al gol in avvio del Vicenza con una prestazione piena di note positive: dalla buona solidità difensiva, all’incisività in zona gol.

Tra i grigiorossi rientra Bremec dopo l’infortunio, mentre a centrocampo Loviso vince il ballottaggio con Bruccini. Nel Vicenza da segnalare invece la presenza tra i pali dell’ex Alfonso. Gli ospiti sembrano maggiormente determinati  nelle prime battute e dopo un paio di sortite al 13’ l’esperto Tiribocchi pennella dalla sinistra per Castiglia che sorprende tutti e di testa deposita senza difficoltà in fondo alla rete. La Cremonese è però più viva rispetto a Carrara e al 22’ Brighenti costringe ad una bella respinta Alfonso con una conclusione da dentro l’area. Loviso, oggi abbastanza abulico, trova una delle poche giocate interessanti servendo Della Rocca in area con un filtrante, ma la conclusione dell’attaccante è debole e centrale. Al 28’ gli sforzi grigiorossi vengono premiati da Brighenti, caparbio nel recuperare il pallone al limite dell’area e a scaraventarlo in rete con un mancino violento. In chiusura di frazione Caracciolo gela lo Zini con un disimpegno sbagliato che libera Jadid davanti al portiere, ma il giocatore vicentino restituisce l’errore spedendo a lato.

Nella ripresa la Cremonese gestisce bene il possesso senza però trovare la stoccata vincente. Ci prova Della Rocca con una bella incornata, poi è il turno di Palermo con un tentativo dai venti metri, ma in entrambi i casi fa buona guardia Alfonso. A 5’ dal termine però l’ex portiere grigiorosso non può nulla sul colpo di testa di Armellino su calcio d’angolo. E’ il gol che fa calare i titoli di coda sul match e lo Zini, finalmente, può tornare a sorridere.

Matteo Zanibelli


© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti