Un commento

Rifiuti, da 12 maggio porta a porta a Migliaro-Boschetto

rifiuti-evid

Al via il terzo step della raccolta differenziata porta a porta. Dopo la fascia di confine tra centro storico e periferia, dove il servizio è arrivato a novembre 2013, il sistema arriva anche in altri due quartieri periferici, Boschetto e Migliaro. Il servizio partirà il 12 maggio, preceduto da due incontri con i residenti il giorno 28 aprile all’oratorio del Boschetto, alle 18 e il 29 aprile all’oratorio del Migliaro, sempre alle 18. Il sistema è quello sperimentato in questi mesi nel resto della città, quindi distribuzione nelle abitazioni dei bidoni di colore differenziato: marrone, bianco e giallo per umido, carta e plastica, e passaggi a giorni prestabiliti da parte dei mezzi Aem. Con queste due zone confinanti, Aem conta di raggiungere il 70% di differenziata su tutta la città. Resta fuori il centro storico, che costituisce il restante 30%,  dove però i problemi da risolvere sono ancora molti e verrano affrontati dalla nuova Giunta. Aem ci starebbe lavorando, ma la soluzione sembra molto complicata. Nei giorni scorsi l’assessore Francesco Bordi è stato a Mantova per valutare altri modelli di raccolta nei centri storici.  “A differenza di Cremona – spiega – là i mezzi di raccolta non entrano nelle aree condominiali; il punto di debolezza riscontrato è la presenza dei sacchi in strada, nei giorni del ritiro, occorre ottimizzare gli orari dei passaggi dei mezzi. Ho intenzione di vedere anche come stanno facendo a Parma”.  Un modello ideale, per i centri storici sembra non esistere, così come non risulta che Aem abbia ancora avviato la sperimentazione dei sacchi per l’indifferenziata dotati di microchip per stabilire quanti rifiuti vengono prodotti da ciascuna utenza. Cosa che consentirebbe al gestore di poter applicare la tariffa puntuale. In mancanza di questo o di altro sistema per quantificare i rifiuti prodotti, le famiglie numerose e determinate categorie produttive e del terziario rischiano un salasso con la nuova Tari, in vigore da quest’anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Leghista

    Ma dove finisce l’umido? Aumentano i disagi per i cittadini ed i costi per avere quali risultati? Peccato che nessuno lo racconti.