Commenta

Coppa Dondeo, sotto l'acqua buona prova di Pedretti

dondeo ev

Nella foto, il passaggio del gruppo a Castelvetro (a pochi chilometri dall’arrivo)

L’apertura delle corse di livello del calendario agonistico 2014 del Comitato di Cremona di ciclismo è toccata alla “Coppa Attilio ed Angelo Dondeo”, la classicissima riservata alla categoria Juniores. La manifestazione  giunta alla sua 67a edizione  è stata impeccabilmente organizzata dal Triathlon Stradivari di Massimo Ghezzi  con il supporto di Fulvio Feraboli.  181 gli iscritti e 154 i partenti.  Imerio Cima della Feralpi Monteclarense ha iscritto il suo nome dell’albo d’oro della corsa battendo in volata sul rettilineo davanti al Bar Dondeo Gianmarco Begnoni (Aspiratori Otelli) alla media di 39,830  Kmh dopo 2h 36’ e 40”,  Davide Plebani (Team Lvf) e Lorenzo Fabrello (Schio 1902) ed il resto del gruppo giunto a ranghi compatti.

Due dei ciclisti in fuga davanti al gruppo all’altezza di Castelvetro

Nella consolidata formula di svolgimento gli organizzatori hanno inserito quest’anno un gran premio della montagna in più, il secondo Bacedasco, mantenendo invariate le altre caratteristiche che la contraddistinguono con un percorso misto di 103 km che si snoda principalmente in territorio piacentino toccando Cortemaggiore, Fiorenzuola e  Castell’Arquato. Proprio sulle alture piacentine si è messo in evidenza la star del CC Cremonese 1891-Arvedi Giovanni Pedretti che ha vinto tre dei quattro gran premi risultando il migliore della speciale graduatoria finale (davanti a Prandini e Ventrelli).

Dopo circa 74 km dalla partenza c’è stato un primo tentativo di fuga con un gruppetto nel quale vi era anche Pedretti ma non ha avuto storia. La svolta della corsa poteva essere quella  registrata a 12 km dall’arrivo con un allungo di un consistente  gruppo comprendente atleti in grado di fare la differenza tra i quali Paolo Aldrighetti (CC Cremonese 1891 Arvedi) e Davide Persico (Cene). Questi si portavano in testa sino a guadagnare 12 secondi ma gli inseguitori non si arrendevano, aumentavano l’andatura agguantando i fuggitivi a meno di due km dall’arrivo. Nello sprint finale quando Begnoni  era praticamente sicuro di averla spuntata rialzandosi sui pedali si faceva sorprendere da Cima. Il milanese Aldrighetti si è aggiudicato il titolo provinciale di categoria messo in palio dalla “Dondeo”  Alle premiazioni hanno partecipato il mitico Gianni Motta, Marco Villa, Marcello Ventura (delegato allo sport del Comune di Cremona).  I prossimi appuntamenti con le grandi corse nazionali ed internazionali sulle strade di Cremona e provincia sono per venerdì 25 aprile a Pessina Cremonese con l’under 23, l’1 maggio a Stagno Lombardo con gli under 21 ed il 4 maggio con il Circuito del Porto.

Marco Ravara

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti