Commenta

Scritte No Tav alle sede di Galimberti, Perri: 'Atto da condannare'

scritte-evid

Sopra, la vetrina con le scritte durante il lavoro di ripulitura

AGGIORNAMENTO – Scritte No Tav alla sede elettorale del candidato sindaco per Cremona del centrosinistra Gianluca Galimberti. Le frasi sono comparse nella notte sulla vetrina dei locali del comitato pro Galimberti in largo Boccaccino e sono state ripulite nella mattinata di mercoledì. Si tratta del secondo caso del genere: già un paio di settimane fa frasi simili erano comparse sulla vetrina della sede elettorale di Galimberti ed erano state immediatamente ripulite. Nella zona sono presenti telecamere di sorveglianza, dalle cui registrazioni potrebbero emergere dettagli utili all’identificazione dei responsabili.

“Per affermare le proprie idee non bisogna imbrattare muri e vetrine, ma bisogna imparare dialogo e regole di democrazia – ha evidenziato il candidato -. La nostra esperienza continua ad affermare questo: che la nostra città e il nostro paese hanno bisogno di dialogo, rispetto delle regole della democrazia e di chi la pensa diversamente”.

“Ho appreso di quanto accaduto la notte scorsa al comitato elettorale “Fare Nuova La Città” di Gianluca Galimberti, un atto di inciviltà verso il quale va tutta la mia condanna, si colpiscono con atti vili, persone che stanno impegnando tempo ed energie per mettersi al servizio della città – ha dichiarato il sindaco Oreste Perri -. Spero che la campagna elettorale continui in modo corretto e pulito, attraverso un confronto di idee aperto e nel rispetto reciproco. Esprimo la mia solidarietà a Gianluca Galimberti e a tutto il suo staff”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti