Commenta

Festival Monteverdi Al via anticipando i temi di Expo 2015

festival-monteverd

Il Festival Monteverdi 2014 anticipa il tema di Expo 2015. Un tema che può essere letto anche sul piano culturale, quale nutrimento del Pianeta e dell’uomo, della sua mente e del suo corpo. Questa è la suggestione da cui prende spunto il Festival Monteverdi. Esplorare, dunque, la bio-diversità musicale, esporre lo stato dell’arte della musica antica, percorrendo una ideale passeggiata tra i padiglioni de Les nations, tema del Festival di quest’anno. Un grand tour musicale che partendo dall’Italia, travalica le Alpi in Francia e Germania, per approdare oltre Manica in Inghilterra.

Quattro week-end (il primo dedicato all’Italia), dal 2 al 25 maggio, uno per nazione, accostando sacro e profano, ensemble consolidati nel panorama della musica antica e nuove proposte, cibo, musica e tanto altro ecco gli ingredienti del Festival Monteverdi 2014 che sarà inaugurato, venerdi 2 maggio (ore 21), da uno spettacolo in prima assoluta: Il combattimento di Tancredi e Clorinda e Il ballo delle ingrate concertati con Il Canto di Orfeo in uno spettacolo di marionette della celebre Compagnia Carlo Colla & Figli.

Il combattimento di Tancredi e Clorinda e Il ballo delle Ingrate, due capolavori a metà tra il genere rappresentativo e il madrigale (sui testi del Tasso e del Rinuccini rispettivamente), saranno eseguiti in una veste del tutto inedita, in un progetto che unisce l’esecuzione rigorosa de Il canto di Orfeo all’assoluta autorità nel campo delle marionette della storica compagnia diretta da Eugenio Monti Colla. Le suggestioni visive, gli spazi illusori, le infinite possibilità fantastiche, le gestualità scandite di ritmi lontani che le marionette evocano trasporteranno il pubblico al campo dei cristiani sotto le mura di Gerusalemme o nelle fauci orrendi di Cocito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti