Commenta

'Libera' ai candidati: 'On-line i vostri redditi e conflitti di interesse'

libera-evid

Partita da Roma martedì 8 aprile, la Carovana Antimafie sarà in Lombardia dal 23 al 29 maggio. Organizzata a livello nazionale da Arci, Libera, Avviso Pubblico con Cgil, Cisl e Uil e con Ligue de l’Enseignement, Carovana antimafie festeggia quest’anno i suoi primi vent’anni di vita.  Da venti stagioni infatti Carovana sviluppa i temi della legalità democratica, della giustizia sociale, della partecipazione, dei diritti, dell’eguaglianza sociale, della solidarietà. Lo fa rivolgendosi ai territori, attraverso incontri e iniziative in ognuna delle tappe di cui si compone il suo percorso. Ciascuna tappa è l’occasione per sviluppare nuovi punti di vista, saldare le esigenze nazionali con le istanze dei territori, fare luce su aspetti inediti o poco conosciuti dei temi affrontati. Quest’anno si affronterà la tratta di esseri umani, ormai un “core business” della criminalità organizzata, che trova ampie fonti di guadagno nello sfruttamento dei migranti. Il ventennale di fondazione di Libera – associazioni nomi e numeri contro le mafie, coincide quest’anno con le elezioni europee ed amministrative e ai candidati sindaci cremonesi si offrirà l’occasione per dichiarare che le mafie si combattono a cominciare dall’assoluta trasparenza. Nel presentare le prossime iniziative della tradizionale Carovana antimafie, la coordinatrice provinciale Silvia Camisaschi ha annunciato di aver inviato una lettera con richiesta di adesione alla campagna nazionale contro la corruzione, a tutti i candidati sindaci dei 92 comuni che il 25 maggio andranno al voto. “A loro chiediamo un impegno supplementare rispetto a quello già richiesto dalle leggi, come la diffusione on line di tutti i compensi connessi con la carica elettiva, o la divulgazione in forma chiara dei bilanci sia comunali che delle aziende partecipate. Chiediamo qualcosa in più, un impegno etico a trasformare queste norme di legge in azioni concrete, ad esempio sottoscrivendo la Carta di Pisa (prevede tra l’altro sanzioni per dirigenti e politici che derogano alla messa in pratica dei principi anti corruzione)”.

I candidati che decideranno di aderire alla campagna di Libera “Riparte il futuro”, dovranno inserire sulla piattaforma online (o sul proprio sito internet)  il proprio curriculum vitae, la storia giudiziaria, la propria situazione reddituale e patrimoniale, dichiarare i potenziali conflitti di interesse, impegnarsi a deliberare le azioni di “trasparenza a costo zero” entro 100 giorni dall’insediamento, attuare la delibera in 200 giorni. Chi lo farà parteciperà ad un incontro pubblico in programma nella sala Mercanti di via Baldesio il prossimo 17 maggio, ore 10,30, alla presenza del responsabile nazionale della campagna Leonardo Ferrante.

Il programma completo della Carovana Antimafie, ricco di molti appuntamenti a Cremona e  provincia, è stato illustrato al circolo Arci di via Speciano alla presenza anche dei sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil che collaborano alle iniziative, oltre all’università popolare delle LibereEtà, l’ente di promozione culturale della Cgil, che quest’anno sarà al fianco di Libera nella giornata di festa conclusiva, l’8 giugno a palazzo Duemiglia, per una cena a base dei prodotti di Libera Terra curata da insegnanti e allievi dei corsi di cucina.  Il 7 e 8 giugno 35 delegazioni Auser della provincia saranno in altrettante piazze per vendere i prodotti provenienti dalle terre confiscate alla mafia.

Aggiornamenti sugli eventi alla pagina: www.carovanacremona.blogspot.it

I PRINCIPALI APPUNTAMENTI DI CAROVANE ANTIMAFIA

Giovedì 8 maggio, ore 21, sala Bonfatti Cgil via Mantova. Presentazione libro “Mafie all’ombra del Torrazzo”, realizzato da Arcibassa a cura di Paolo Mereghetti e Stefano Prandini. (si replica il 30 maggio a Crema).

Giovedi 10 maggio, Itis Torriani, incontro con gli studenti che hanno assistito alla proiezione del film “I cento passi”, la storia di Peppino Impastato.

Venerdì 23 maggio, ore 11, stazione ferroviaria: tappa cremonese Carovana Antimafia per ricordare Giovanni Falcone e la sua scorta (a cura di Cgil, Cisl e Uil).

Sabato 17 maggio, ore 10, 30, sala Mercanti via Baldesio: Incontro con i candidati sindaci che hanno sottoscritto la campagna anti corruzione di Libera.

Domenica 25 maggio, varie sedi: “La Carovana in Circolo”, il coordinamento provinciale di Libera incontra alcuni dei 18 circoli Arci della provincia. Ore 11, Spino d’Adda, aperitivo della legalità; ore 13, Crema circolo Arci Ombriano, pranzo sociale; Soresina, circolo Arci ore 16, pic nic della legalità; Cremona, circolo Arcipelago ore 19, concerto con Maru Barucco.

Sabato 7 e domenica 8 giugno: vendita dei prodotti di Libera Terra in 35 piazze cremonesi. 8 giugno a palazzo Duemiglia, ore 17, cena con i prodotti di Libera Terra a cura di allievi e cuochi dell’Università Popolare delle LiberEtà.

g.b.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Presentate dalla delegazione cremonese dell’associazione creata da don Luigi Ciotti le iniziative per il ventennale di Libera.

 

© Riproduzione riservata
Commenti