Commenta

Una rapina come 'gesto eclatante': l'imputato 'volevo andare in carcere'

coltello

L'avvocato Mario Tacchinardi

“Volevo andare in carcere. Pensavo di risolvere così i miei problemi. Ho chiesto io di chiamare i carabinieri, ma i soldi non li ho toccati, volevo solo fare un gesto eclatante”. Lo ha detto oggi in aula Simone Lamantia, 25enne residente a Soresina, a processo davanti al collegio dei giudici con l’accusa di tentata rapina e porto abusivo di coltello. “Non potevo andare avanti così”, ha spiegato l’imputato, “così ho pensato di fare una rapina per attirare l’attenzione”. La tentata rapina risale al 14 giugno dell’anno scorso. Il giovane, con diversi precedenti alle spalle, era senza lavoro, doveva mantenere la mamma e le due sorelline piccole e in più soffriva di crisi di panico. Così, per attirare l’attenzione dei media e dei servizi sociali, attorno alle 19 si era presentato al supermercato Eurospin di Soresina armato di coltello e aveva minacciato una cassiera. Per l’accusa, aveva tentato di farsi consegnare mille euro, ma la cassiera, con una reazione fulminea, era riuscita a chiudere il cassetto del registratore di cassa e ad allontanarsi. Le persone presenti all’interno del supermercato e altri dipendenti avevano immediatamente lanciato l’allarme al 112. Dopo una breve azione dissuasiva, i carabinieri erano riusciti a farsi consegnare il coltello e ad arrestare il giovane. Per l’avvocato della difesa Mario Tacchinardi, Lamantia aveva invece battuto sulla cassa con il coltello e chiesto insistentemente l’intervento dei carabinieri. “Il suo era solo gesto dimostrativo”. “Il coltello che ho usato per la rapina l’ho preso dalla mia cucina, ma aveva la punta arrotondata”, ha spiegato in aula l’imputato, che ha detto di aver avuto un attacco di panico poco prima di entrare nel supermercato. Per confermare che effettivamente il 25enne soffre di questo disturbo sono stati chiamati in aula i medici che lo hanno in cura. Il 23 settembre sarà pronunciata la sentenza.

Sara Pizzorni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti