Commenta

Perri, incontro ai centri anziani: 'Confermata gestione di Aup'

perri-anziani-e-zaist

Venerdì mattina il sindaco Oreste Perri ha incontrato i cittadini e il  presidente del comitato di quartiere Zaist, Emanuele Re. Ha effettuato  il sopralluogo di molte opere pubbliche realizzate in questi cinque  anni:  partendo dal sagrato della chiesa di San Giuseppe dove è stato  sistemato il parcheggio e installata la telecamera di sicurezza, il  sindaco ha salutato gli operatori dell’ambulatorio Givass all’interno  del Polo Ghisotto, un presidio sanitario fondamentale che ogni anni  eroga servizi a 2 mila utenti e che vogliamo continuare a sostenere.

Il sindaco Perri si è poi recato presso la barriera anti rumore, opera  attesa da dieci anni dai residenti di via dell’Aquila. La visita si è  conclusa con il sopralluogo agli orti del parco di via degli  Ospedalieri e alle aree dedicate agli amici a 4 zampe del parco Asia.  «Sono stati realizzati molti interventi – ha rimarcato Perri – ma dai  cittadini e dal presidente sono state date anche tante indicazioni  sulle cose da fare in futuro  che noi, forti della nostra buona  amministrazione, realizzeremo a partire da una maggiore cura del  verde. Il rapporto di reciproco rispetto e di dialogo aperto che si è  instaurato in questi anni ha dato buoni frutti. Ciò significa che la  decisione della mia amministrazione di rivitalizzare i comitati è  stata una scelta lungimirante».

«Apprezziamo quanto fatto da questa amministrazione e ringraziamo per  le opere realizzate che attendevamo da tempo – ha affermato il  presidente del comitato Emanuele Re – Ma c’è ancora molto da fare.  Speriamo che in futuro si possano completare alcuni interventi e  sistemare ciò che ancora va sistemato».

Nel pomeriggio il sindaco Perri ha proseguito il giro di visite ai  centri sociali anziani allo Zaist, Boschetto, Cascinetto e Bagnara con  cui, in questi anni, l”amministrazione ha collaborato. «Questi luoghi  – ha sottolineato il sindaco – sono sentinelle, dei “custodi sociali”  presenti sul territorio. In questi anni abbiamo iniziato un progetto  di co-progettazione con i responsabili dei vari centri ed é per questo  motivo che abbiamo rafforzato gli accordi in essere perché la gestione  resti ancora a questa associazione (AUP, associazione unitaria  pensionati) che in questi anni ha contribuito a migliorare e prevenire  determinate problematiche sociali riguardanti la terza eta’ e non solo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti