Commenta

Forte crescita del turismo green Cremona al quarto posto in Lombardia

turismo-green-evid

Cremona al quarto posto per il turismo green in Lombardia. Il dato emerge da una ricerca della Camera di Commercio di Milano, che evidenzia come in Lombardia un turista su quattro scelga questa tipologia di vacanza. Il turista green che visita la Lombardia, secondo i dati camerali, lo fa anche perché qui può praticare sport (17,2%), tra passeggiate da svolgersi tutto l’anno, ciclismo e trekking, e perché gli interessa l’enogastronomia locale (4,7%). E se il 44% dei turisti visita i centri storici, il 42% viene per i parchi e la natura, il 12% visita i luoghi dell’artigianato tipico e il 5,8% le cantine e le strade del vino lombardo. Il turismo green crea circa due miliardi di indotto. A Cremona il peso di questo tipo di turismo è del 33,7%. Valori più alti solo per Varese (57,8%), Como (41,8%), Lecco (40,9%). Numeri ben al di sopra della media regionale, pari al 22,5%. In particolare, Cremona brilla per il turismo escursionistico, che la vede al secondo posto, dopo Varese. Elevata anche la percentuale di turisti che sceglie la città per la degustazione dei prodotti tipici.

Anche l’imprenditoria del settore green ha avuto un incremento a Cremona tra il 2012 e il 2013, seppur lieve: si parla dell’1,56%. Le imprese del settore sono, in particolare, 262, e si concentrano soprattutto nei settori della silvicoltura e della produzione di energia elettrica. In Lombardia questo tipo di imprenditoria è cresciuta del 6%. Secondo i dati della Camera di commercio di Milano, primi settori per crescita delle imprese green sono: commercio di energia elettrica da rinnovabili che ne ha 175 e cresce da 125 del 40% in un anno, poi riproduzione delle piante (302 imprese, erano 240, + 25,8%),  trattamento,  smaltimento e raccolta di rifiuti non pericolosi, servizi di progettazione di ingegneria integrata con 273 imprese +23%, attività di consulenza tecnica con 1378 imprese +15,1%, ricerca e sviluppo nelle scienze naturali con 309 imprese +14,9%, produzione di energia elettrica con 1378 imprese +9,1%, controllo di qualità di prodotti e sistemi con 329 imprese +5,8%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti