Commenta

Partita la non-stop notturna in via Persico Rimossi i binari, si lavora sottoterra

lavori-2

foto: Sessa

Il Comune aveva da tempo messo in preventivo disagi, soprattutto a causa dei rumori, per i residenti di via Persico, ma tant’è: dalla notte di venerdì 16 maggio alle 4 di mattina di lunedi 19, si svolge il clou dei lavori al sottopasso di via Persico, con rimozione dei binari in corrispondenza del passaggio livello che verrà eliminato. Venerdì notte  è scattata l’ora X, poche ore dopo la visita al cantiere al neo assessore ai trasporti regionale Alberto Cavalli (prima al Commercio), che ha sostituito Del Tenno. Insieme a lui l’assessore ai lavori pubblici Francesco Zanibelli, il sindaco Oreste Perri, il dirigente che sta seguendo passo passo questa delicata fase, Marco Pagliarini.  La scelta del fine settimana è sata dettata dalla volontà di arrecare il minor disturbo possibile ai pendolari della Cremona- Mantova, infatti i treni per 48 ore saranno soppressi, sostituiti da pullman. I tecnici delle imprese impegnate nella maxi operazione saranno al lavoro ininterrottamente e anche in caso di pioggia.

Le operazioni stanno avendo questo svolgimento: Rete Ferroviaria Italia si occupa della rimozione della linea di contatto tensione elettrica e binari, a seguire è iniziato lo scavo di sbancamento, quindi la posa della lamiera a protezione dello scavo accompagnata dal riempimento dietro la lamiera con materiale inerte. Sarà quindi posato il cordolo di collegamento dei cordoli posti a coronamento dei micropali e saranno effettuati lo scavo e la posa dei tubi per il passaggio dei cavi di AEM. L’intervento prevede inoltre il taglio dei micropali a protezione delle selle di appoggio, il varo delle travi, la posa delle lamiere di appoggio per lo stazionamento del carrello nelle operazioni di varo, il posizionamento degli appoggi, il varo dell’impalcato, la realizzazione dei giunti e dell’impermeabilizzazione. L’intervento si concluderà con i ripristini ed i completamenti vari, nonché il ripristino dei binari e della linea di tensione elettrica.

Giuliana Biagi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti