Commenta

Mobilità sostenibile, convenzione Comune-Fiab per l'uso della bicicletta

biciclette-evid

La mobilità sostenibile in primo piano a Cremona, con un protocollo di intesa recentemente approvato tra il Comune (Giunta Perri e in particolare l’assessorato all’Ambiente di Francesco Bordi) e la Fiab per la promozione dell’uso della bicicletta in città. Il documento mette in risalto l’impegno che le due parti devono assumersi “nello sviluppo e gestione dell’Ufficio Biciclette di Piazza Roma”. In particolare, la Fiab si impegna a “sostenere ed incentivare l’uso della bicicletta per gli spostamenti urbani”, anche attraverso la promozione di “una cultura ciclistica della mobilità sostenibile negli spostamenti in città organizzando anche incontri di approfondimento”.

Fiab dovrà inoltre “promuovere attività didattiche di educazione stradale nelle scuole”, ma anche diventare punto di riferimento e di assistenza ai ciclisti, in caso di situazioni di emergenza, “per risolvere occasionali malfunzionamenti mettendo a disposizione un’attrezzatura minima per l’assistenza immediata, (che non interferisce con l’attività degli artigiani specializzati)”.

Fondamentale sarà lavorare per la “realizzazione di eventi culturali legati all’uso della bicicletta, garantendo spazi dedicati alla diffusione di materiale informativo”. L’associazione dovrà quindi “istituire corsi, lezioni, tirocini e stage per la diffusione della cultura e delle conoscenze ciclistiche”.

Dal canto suo, il Comune si impegna ad autorizzare la Fiab a condividere l’ufficio di piazza Roma con le Guardie ecologiche volontarie, per almeno 4 ore settimanali, suddivise in almeno due giorni, sino alla scadenza della convenzione. Le attrezzature verranno concesse all’associazione in uso gratuito; inoltre il Comune dovrà “supportare e sviluppare le iniziative di promozione del nuovo servizio, dell’uso della bicicletta per motivi di lavoro, studio e turistico-culturali; promuovere la conoscenza e la diffusione dell’iniziativa presso gli Enti pubblici cittadini, le associazioni di categoria e i cittadini”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti