Commenta

Cremo, Simoni: "Il punto per ripartire saranno i giovani del vivaio grigiorosso"

simoni-evid

Nasce la Cremonese dei giovani. Il nuovo presidente Gigi Simoni fresco di nomina, mercoledì mattina ha spiegato alla stampa il suo progetto per la rinascita della squadra grigio rossa. Il punto di partenza saranno proprio i giovani del vivaio grigio rosso ma non ci si fermerà qui. Dopo aver assistito martedì, a Crema, alla bella vittoria della Berretti nella semifinale del Dossena, Simoni ha spiegato la sua filosofia: “Cercherò di sfruttare al massimo la gioventù; il settore giovanile non è di mia competenza ma ho già parlato con i responsabili e chiesto quei giocatori che possono essere di mio interesse, ho già consegnato una lista di 6-7 giocatori che voglio portare in rosa”.

Ai ragazzi espressione del vivaio saranno poi affiancati altri giocatori, in prestito da squadre che hanno giovani interessanti, e altri che abbiano personalità per sostenere la squadra: tre gruppi che dovranno fondersi e lavorare insieme. Il primo passo sarà quello di scegliere un nuovo allenatore con cui poi valutare le scelte. Escluso un rinnovo con Dionigi e molto improbabile il ritorno di Torrente, ancora sotto contratto, la scelta dovrà cadere su un allenatore che abbia buona esperienza coi giovani. Uno dei papabili è Alberto Bollini, la scorsa stagione allenatore della Primavera della Lazio, dal quale si aspetta una risposta.

Il nuovo allenatore dovrebbe comunque essere già ufficializzato all’inizio della prossima settimana, secondo una tabella di marcia che vedrà a breve i primi incontri per valutare comproprietà e prestiti della scorsa stagione e poi l’ufficializzazione del nuovo ds Stefano Giammarioli legato al Gubbio fino al 30 giugno.

Negli obiettivi del nuovo presidente anche quello di rinforzare il rapporto con la tifoseria e lo spostamento dell’attività della prima squadra dal centro Arvedi  al Soldi o allo Zini: un segnale che la società vuole dare per togliere testuali parole “La sensazione di avere il sedere nel burro” ma anche per avvicinare la squadra al suo pubblico e ai suoi tifosi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti