3 Commenti

Vertice in Comune sulla chiusura del ponte di Po ai mezzi pesanti, al vaglio agevolazioni per autotrasportatori

evid-ponte

Nella foto, il vertice in Comune

A Palazzo del Comune vertice sulla questione della chiusura del ponte di Po ai mezzi pesanti. La riunione, presieduta nella prima mattinata di lunedì dal sindaco Gianluca Galimberti, è servita per fare il punto della situazione dopo l’ordinanza della Provincia di Piacenza che stabilisce il divieto di transito, dal 14 luglio 2014 fino al 13 settembre 2015, sul ponte sul Po, a Castelvetro Piacentino, per gli autoveicoli con massa a pieno carico superiore a 20 tonnellate.

“All’incontro – fanno sapere dal Comune – hanno partecipato il vice sindaco Maura Ruggeri, l’assessore al Territorio Alessia Manfredini, l’assessore alla Sicurezza e Polizia Locale Barbara Manfredini e l’assessore all’Area Vasta Leonardo Virgilio, nonché alcuni dirigenti e tecnici comunali. Il Comune di Cremona ha innanzitutto chiesto un incontro alla Provincia di Piacenza per mercoledì 2 luglio così da approfondire tutti gli aspetti legati all’ordinanza dell’ente locale emiliano. Contemporaneamente i tecnici del Comune di Cremona posizioneranno dei rilevatori per studiare i flussi di traffico (questi dati sono infatti aggiornati fino al 2012), in modo da poterli confrontare con quelli rilevati dalla Provincia di Piacenza”.

“I tecnici, inoltre, sono stati già incaricati – viene sottolineato da Palazzo comunale – di fare le opportune verifiche sulla possibilità di condividere con la Società Autostrade Centro Padane e la Provincia di Piacenza agevolazioni per gli autotrasportatori”. “La sicurezza del ponte sul Po è la priorità”, questa è la posizione di sindaco e assessori che, “dopo l’incontro con la Provincia di Piacenza, si confronteranno con i rappresentanti degli autotrasportatori”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • giordano

    Anche questa volta si sono dovuti occupare di un singolo problema 3 assessori, esattamente come per l’autovelox.. Ciò è dovuto alla confusione di deleghe degli Assessori.. PS non ho ancora sentito una parola del Sindaco sui vù cumprà al mercato, gli accattoni all’ospedale, i centri sociali, i matrimoni gay… Aspettiamo notizie e prepariamoci a godere dello sfascio della sinistra a Cremona…

    • Italiana

      Già. Questi pericolosi bolscevichi per prima cosa toglieranno la proprietà privata 🙂

      • Antonio

        Sicuramente non toglieranno la proprietà privata ma la tasseranno e tartasseranno!