Commenta

Secondo tentativo per i Giovedì d'estate: moltissime iniziative

giove-estate

Dopo il flop della settimana scorsa, dovuto al maltempo, i Giovedì d’Estate, tornano giovedì sera aprendosi con una serata dal sapore internazionale. Con bandane, turbanti e barbe, i colori sgargianti degli abiti femminili che saranno protagonisti in piazza Stradivari. Perché accanto alla “Cremona con Gusto”, con le eccellenze “padane”, gli organizzatori hanno invitato la Comunità Sikh che offrirà assaggi (gratuiti) della sua cultura. Ma più in generale  presenteranno -orgogliosamente – l’identità di un popolo discreto e operoso che sempre più è presente nella nostra società.

“Guardando all’Expo – spiega Paolo Mantovani –  abbiamo voluto che anche le nostre serate fossero occasione di conoscenza e di integrazione”. Ad evocare paesi lontani anche la esibizione (sempre in piazza Stradivari) dei giovani atleti delle scuole di arti marziali.  Non manca lo “spazio –mercato” dedicato alle eccellenze agroalimentari, con espositori selezionati e certificati dalla Strada del gusto e dalla Condotta Slow Food di Cremona. In mostra produttori agricoli, artigiani del pane e dolci, produttori di formaggi, paste, mostarde, frutta e verdura del nostro territorio.

Particolare attenzione, quasi a caratterizzare la serata, sarà dedicata alla tradizione a tavola lungo il fiume Po. Dai vini del Piemonte alla sponda emiliana. Segno dei tempi e delle nuove sensibilità nella nutrizione è lo spazio per la cucina vegana, allestita in piazza Marconi.

Accanto ai temi dell’agroalimentare non mancano nei “Giovedì” tanti altri motivi di interesse. Con l’apertura straordinaria del Museo del violino (fino alle 23) e la possibilità, con un biglietto ridotto di poter assistere all’audizione dello Stradivari Vesuvius. Nell’offerta è incluso anche un aperitivo alla “Chiave di Bacco” o, in alternativa, un gadget del MdV.

Per i più piccoli, invece, continua la rassegna, in cortile Federico II, dei “Burattini d’Estate”, con gli “Animali di Boscostrano”, messo in scena da Massimo Cauzzi e dalla Associazione Culturale EmmeCi. Sempre per i più piccoli spazio al divertimento in piazza Roma, con una ludoteca realizzata con i giochi gonfiabili. Così come la presenza, per le vie del centro, di trucca bimbi e giocolieri. Ai più grandi, invece, è dedicato l’ “Aperitivo con Dante”, a Palazzo Trecchi. Alberto Baldrighi, pianista ma anche profondo conoscitore della Divina Commedia, ci invita ad un piacevole aperitivo accompagnato dalle parole del Sommo Poeta risuonano con grande attualità nei momenti di grande crisi di valori e ci portano a riflettere sulle nostre origini. In questo primo incontro, in particolare, racconterà il sesto Canto dell’Inferno, quello di Ciacco.

Sempre a tema culturale anche le visite guidate alla città curate dalla Associazione ACuTo. Per questo primo appuntamento (è consigliata la prenotazione presso il bookshop del museo del Violino – tel. 0372 21743) i volontari della Associazione Arte Cultura Turismo invitano alla scoperta dei “locali storici” dove sembra essersi sedimentata la storia cremonese nel Novecento. Ci sono poi gli altri appuntamenti dei “Giovedì”. A partire dall’esposizione di automobili curata dai concessionari Aica.

Un vero e proprio salone con le ultime novità che potranno essere ammirate lungo via Cavour e corso Campi. Per l’occasione si unisce, in largo Boccaccino, l’esposizione delle nuove Mini. Tra le altre curiosità (e le novità di questa edizione) il “bookcrossing” organizzato (sempre in corso Campi) dall’Associazione “LiberiLibri”. Sullo stesso tema anche il “contest di writing” organizzato dalla Acg Controtempo. Spazio anche al mercatino, organizzato dagli stessi negozianti, in corso Garibaldi o all’esposizione degli hobbysti di piazza Cittanova. Ritornano, invece, gli artisti delle nuvole parlanti del Centro Fumetto Andrea Pazienza (in corso Mazzini). Nei giovedì promossi dalle Botteghe del Centro non manca tanta musica.  Di ogni genere. A partire dalla Galleria XXV Aprile, con la “Combriccola del Folk”, dedicata alla riscoperta (divertente) delle danze popolari.  Alla Chiave di Bacco, in piazza Marconi si esibiscono i “Follow up”, in piazza Giovanni XXIII “Le Minè” in via Mercatello, al “Gatto e la volpe” il “Matteo Drago”, in Piazza della Pace i “+39”, al “number One” di via Guarneri del Gesù i “Poets were  wrong”. Ad aprire, finalmente, l’estate cremonese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti