Commenta

Autovelox via Persico, il comitato farà ricorso al Tar

via-persico-comitato

Foto Sessa

Si è costituito formalmente il comitato “Sposta l’autovelox”, riunitosi nel tardo pomeriggio di martedì, allo scopo di protestare contro lo strumento di rilevazione elettronica della velocità collocato in via Persico, all’altezza del Maristella. Una cinquantina le persone presenti, che si sono trovate concordi sulla necessità di fare ricorso al Tar. “L’alternativa possibile era quella di presentarsi al Giudice di pace, ma i nostri avvocati (Gian Andrea Balzarini e Massimo Nicoli) hanno in mano elementi sufficienti per giustificare il ricorso al Tar – evidenzia il presidente del Comitato, Massimiliano Zagheni -. Quello che i residenti del Maristella hanno chiesto non era un autovelox in quella posizione, e chiediamo che venga spostato. Ci ha deluso l’atteggiamento di Galimberti, che ha allargato le braccia dicendo: ‘Non posso farci niente’. Anche per questo motivo abbiamo deciso di non presentarci all’incontro di giovedì 10, al quale il sindaco ci avrebbe convocato senza neppure darci un ordine del giorno. Probabilmente ci andrà solo il nostro avvocato”. Sono già oltre 230 gli aderenti al Gruppo spontaneo nato su Facebook, ma ancora non si sa con esattezza quanti aderiranno al ricorso, che costerà 25 euro a testa. “Nei primi 10 giorni di autovelox sono state date 450 multe al giorno – spiega ancora Zagheni -. Inoltre il Comune si è coperto di ridicolo con questa storia: nel giro di 800 metri abbiamo un semaforo regolato dalla velocità, un autovelox e in più ogni tanto si colloca anche una pattuglia con il telelaser” .

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti