Commenta

Festa del Torrone, tappa di presentazione a Sirmione

tor

La Festa del Torrone di Cremona è approdata a Sirmione, sulle rive del Lago di Garda, per presentare una partnership d’eccezione tra la festa e la cittadina bresciana. Cosa succede quando il dolce simbolo di Cremona e della tradizione dolciaria italiana incontra un territorio di eccellenze gastronomiche e biodiversità alimentari di alto livello? È così che nasce “Torrone d’acqua dolce”, l’evento celebrativo del nuovo torrone realizzato dall’azienda artigianale Rivoltini Alimentare Dolciaria, che per l’occasione ha usato il miele dell’Eremo di San Giorgio di Bardolino, nelle colline tra la Valle dell’Adige e il Lago di Garda.

Viene direttamente dalle arnie dei monaci benedettini dell’Eremo, infatti, il miele che va a insaporire il nuovo “Torrone dell’Eremo di San Giorgio” di Rivoltini, presentato per la prima volta in un incontro speciale, nella mattinata del 4 settembre all’Hotel Pace di Piazza Porto Valentino, a Sirmione. Una ricetta classica, con 11 ore di cottura, che incontra l’eccellenza di un miele naturale, a produzione limitata. Ad accompagnare la degustazione, altri prodotti protagonisti dell’enogastronomia del territorio: i prestigiosi vini della cantina Ca’ dei Frati, storico produttore di Sirmione.

Contemporaneamente, nel cuore della cittadina, è stato possibile gustare gratuitamente il “Torrone d’acqua dolce” di Rivoltini, tra i protagonisti della prossima edizione della Festa del Torrone di Cremona, a novembre. In particolare, allestite delle postazioni per l’assaggio in Piazza Carducci, Piazza Castello e Via Vittorio Emanuele.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti