Commenta

La Festa del Torrone cambia sede Banchi sui corsi Campi e Garibaldi

torrone-evi

Si è parlato molto di mercato, lunedì pomeriggio in Comune, in una doppia riunione sui temi della Festa del Torrone e successivamente sulla necessità di risolvere la questione dei banchi in corso Cavour (convivenza pericolosa con i mezzi pubblici). Riguardo il primo punto, si è trattato di un incontro preliminare e interlocutorio tra l’Amministrazione, l’organizzatore della Festa del Torrone (in programma dal 15 al 23 novembre) e le associazioni dei commercianti, con toni molto accesi tra queste ultime.  La soluzione  che sta emergendo per conciliare presenza del mercato bisettimanale e kermesse prevede come lo scorso anno lo spostamento dei banchi del mercato dalla loro sede naturale soltanto nell’ultimo week end, mentre  il primo sabato e il mercoledì intermedio resteranno in piazza Stradivari. Un po’ come lo scorso anno, con la differenza che stavolta sarà la Festa del Torrone a cambiare location: non più piazza Stradivari e vie limitrofe, ma tutto corso Campi e corso Garibaldi fino a via Villa Glori. La soluzione sarebbe derivata dalla considerazione delle criticità emerse lo scorso anno in tema di mobilità. “Un incontro interlocutorio – è infatti la dichiarazione degli assessori Barbara Manfredini e Alessia Manfredini – per coniugare al meglio le esigenze della Festa del Torrone, dei residenti, dei commercianti e del mercato cittadino. Ci sono alcune migliorie che stiamo studiando anche alla luce dell’esperienza dello scorso anno. Ci aggiorneremo con le associazioni di categoria quando avremo un quadro più chiaro che tenga conto dell’evento Festa del Torrone e della relativa mobilità”. Al tavolo, anche  il comandante della Polizia Locale Pierluigi Sforza e il titolare di Sgp Eventi Stefano Pellicciardi, che avrebbe condiviso l’opportunità di spostare il baricentro della manifestazione (da sempre piazza del Duomo e piazza Stradivari) in altra zona.

Molto teso in alcuni momenti il confronto tra le associazioni di categoria: Confesercenti, che rappresenta il grosso del mercato ambulante; Asvicom, Ascom Confcommercio, Botteghe del centro. Alcuni assolutamenti contrari a decentrare il Torrone rispetto al centro monumentale; altri che hanno difeso a suon di regolamento il diritto all’utilizzo del suolo pubblico assegnato dal Comune  agli operatori, tanto più in un periodo di difficilissima congiuntura.

La  seconda riunione, che ha visto come interlocutori soltanto Confesercenti, il comandante della Municipale e l’assessore Barbara Manfredini,  ha riguardato lo spostamento dei banchi del mercato collocati dal marzo 2011 in corso Cavour, una soluzione ‘sperimentale’ che non aveva ancora trovato una sistemazione definitiva. Una collocazione che molti, gli ambulanti in primo luogo, giudicano pericolosa per la commistione tra pedoni, passaggio di autobus e taxi, oltretutto dispendiosa per la Polizia Locale perchè implica la presenza sul luogo di agenti per regolare il traffico. Orientamento dell’amministrazione comunale è lo spostamento di questi banchi in via Monteverdi, primo tratto tra corso Vittorio Emanuele e via Ala Ponzone, dove sarà invertito il senso di marcia per consentire alle auto provenienti da Porta Po di raggiungere piazza Marconi e il parcheggio sotterraneo.

Giuliana Biagi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti