Commenta

La Provincia c'è ancora Individuato referente per la comunicazione

provincia-mp

In attesa delle consultazioni elettorali (riservate a sindaci e consiglieri eletti) per il rinnovo dell’amministrazione provinciale, il 12 ottobre, l’ente di corso Vittorio Emanuele continua a svolgere i suoi compiti, meno mediatici di quelli dei Comuni, ma fatti  di autorizzazioni e procedimenti in materia di agricoltura, ambiente, lavoro, disabilità, manutenzione strade e scuole secondarie di II grado, biblioteche civiche sparse sul territorio, per contare solo alcune delle funzioni tuttora esercitate. Mentre la legge costituzionale per l’abolizione degli enti sta facendo il suo corso a Roma (ci vorranno anni) sui territori non è chiaro chi farà che cosa nei prossimi mesi. L’istituzione presso il Comune di Cremona di un assessorato all’Area Vasta fa pensare che proprio il Comune capoluogo prenderà in carico alcune delle deleghe oggi esercitate dalla Provincia e quindi che sarà il sindaco Gianluca Galimberti ad avere l’onore e l’onere della carica presidenziale.

Nel frattempo il commissario Gianluca Pinotti (che ha preso il posto dell’ultimo presidente eletto, Massimiliano Salini), ha delegato come referente per la stampa Fabrizio Pizzamiglio, dipendente dell’ente di corso Vittorio Emanuele II, “per agevolare – si legge in un comunicato – le comunicazioni e le richieste informative provenienti dai mass media. La Provincia di Cremona, nel prosieguo della sua attività ordinaria e dei progetti in itinere, in vista anche delle prossime scadenze amministrative, vuole garantire il rapporto con l’informazione e il territorio attraverso una figura dedicata, sia in merito alle tematiche generali, sia a quelle di carattere più tecnico”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti