Commenta

Semifinali di tennis in carrozzina sui campi della Baldesio

tennisscarrozzina1-evid

Penultima giornata sui campi della canottieri Baldesio per il torneo internazionale di tennis in carrozzina “Città di Cremona”, organizzato  in collaborazione coi Rotary Club del Gruppo Stradivari (Cremona, Cremona Po, Cremona Monteverdi e Soresina) del Distretto 2050, dal 18 al 21 settembre. Dalle 10,30 di questa mattina, sabato 20 settembre, si stanno svolgendo le semifinali del singolare maschile, alle ore 14,00 quelle del doppio, a seguire la finale del tabellone di consolazione ed infine quella, molto attesa del doppio, con il ‘nostro’ Giovanni Zeni che cercherà di cogliere la ghiotta occasione sui campi di casa. Domenica mattina la finale del singolare maschile, con inizio alle ore 10,00 e premiazioni previste intorno alle ore 11,30. L’invito è quello di partecipare numerosi ad assistere a partite vere di tennis, dove non mancheranno agonismo, tecnica e tanta voglia di vincere, il tutto condito con fair play ed amicizia.

La seconda giornata, venerdì, ha espresso un gioco brillante, caratterizzato da colpi spettacolari con una carica agonistica degna dei tornei più titolati. Anche gli spettatori sono aumentati sensibilmente di numero ed hanno seguito le fasi più emozionanti degli incontri sostenendo gli atleti in carrozzina con applausi ed incitamenti. Nel tabellone di singolare tutto secondo le previsioni della vigilia con il fortissimo Silviu Culea, testa di serie n. 1, che si è aggiudicato la semifinale contro Mazzacani. Purtroppo sono stati tutti eliminati i giocatori della Baldesio; da sottolineare la generosa prestazione di Andrea Botti che ha perso al terzo set contro un più determinato Paolo Mazzacani. Entusiasmanti gli incontri del tabellone di doppio del pomeriggio con la vittoria del capitano Giovanni Zeni, in coppia con Mirko Gerotto, e quella di Constantin Mircea, in coppia con Nazzareno Petesi.

Da apprezzare l’impegno dei numerosi studenti come volontari sui campi e fuori, degli istituti di Cremona, Liceo Scientifico Aselli, Liceo Classico Manin, Einaudi, ITIS e Ghisleri, e del Polo Romani di Casalmaggiore, giunti in pullman per l’occasione. Anche i volontari del Rotary e del Rotaract sono stati impegnati come medici, fisioterapisti, accompagnatori, autisti ed appassionati spettatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti