Commenta

'La notte dei ricercatori', Comune organizza incontro venerdì

ricerca

Il Comune ha deciso di celebrare “La notte dei ricercatori” con un incontro nel cortile Federico II di Palazzo Comunale al quale sono stati invitati tutti i docenti e i ricercatori universitari di Cremona. “La notte dei ricercatori” è un’iniziativa promossa dalla Commissione europea che coinvolge università e istituzioni di ricerca di tutti i Paesi europei per creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini, e per diffondere il valore della cultura e delle professioni della ricerca. Cremona è una città particolarmente ricca sotto questo profilo, sia perché ospita quattro importanti istituzioni universitarie (Università degli studi di Brescia, Università degli studi di Pavia, Università Cattolica del S. Cuore, Politecnico di Milano), sia perché nella nostra città vivono e risiedono numerosi ricercatori e docenti universitari. Nell’auspicio di potere avviare in futuro forme di collaborazione, incontro, scambio e divulgazione dei saperi e delle discipline che vengono professate da ciascun ricercatore e docente, l’Amministrazione comunale ha deciso celebrare “La notte dei ricercatori” con un primo incontro di tutti i docenti e ricercatori universitari di Cremona che si terrà venerdì 26 settembre, alle 21, nel cortile Federico II.

“L’Amministrazione – si legge in una nota di Palazzo comunale – è consapevole della grande importanza che la ricerca (tanto scientifica che umanistica) riveste per la vita e la crescita di un territorio. Cultura e ricerca rappresentano un patrimonio di inestimabile valore che permea il tessuto civile e sociale della città e che merita di essere conosciuto e riconosciuto dalla comunità civile”. Nella lettera di invito, il sindaco Gianluca Galimberti spiega che questa “sarà l’occasione per rendere simbolicamente visibile l’importanza della ricerca e dell’università a Cremona” e per “conoscere le persone e i temi che rappresentano l’eccellenza della ricerca cremonese”. “Ci sarà naturalmente la possibilità  – conclude la nota del Comune – di illustrare brevemente i percorsi di ricerca svolti da singoli e dai dipartimenti universitari cremonesi: questo nella piena convinzione dell’energia e del potere di rigenerazione della nostra città che la ricerca può avere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti