Commenta

Expo, presentati progetti per 2 milioni Turismo e mobilità al centro

expo-evid

La Camera di Commercio ha presentato il  progetto “Le eccellenze del territorio cremonese per Expo 2015”, che parteciperà all’avviso, emanato da Regione Lombardia, per acquisire manifestazioni d’interesse volte ad ottenere contributi per proposte progettuali da attuare in occasione di Expo 2015.
Soggetti pubblici e privati di tutto il territorio provinciale hanno partecipato alla definizione di un progetto unitario e articolato in grado di promuovere e valorizzare al meglio le peculiarità del territorio cremonese, a partire dalle eccellenze del nostro sistema agro alimentare e dalla liuteria.
L’Associazione temporanea di scopo – costituita nel marzo 2014 – ha raccolto, tramite la segreteria della Camera di Commercio, tutte le proposte dei soggetti potenzialmente interessati elaborando un documento programmatico comune condiviso a livello provinciale. Fondamentale è stato il supporto assicurato dallo Ster di Regione Lombardia.
Oltre ai soggetti aderenti all’ATS  aderiscono al partenariato Cremonafiere spa, il Museo del Violino, la Fondazione Teatro Amilcare Ponchielli, l’Associazione delle Canottieri, il Comune di Gerre de’ Caprioli in qualità di capofila di cinque comuni dell’asta del Po, l’Associazione Casalmaggiore International Festival, il Gal Oglio Po, l’Università Cattolica, il Sistema Turistico Po di Lombardia, il DUC di Cremona e i DAT di Crema, del Casalasco e delle Terre di Mezzo e la Camera di Commercio di Lodi. Il progetto ha avuto anche il sostegno di oltre sessanta  comuni di tutto il territorio provinciale. Tutte le attività previste dal progetto si articoleranno in work package, integrati fra loro, per offrire ai visitatori la possibilità di esperienze complete e appaganti all’interno della realtà cremonese e delle sue eccellenze.
Quattro sono le macroaree individuate:

– promozione turistica del territorio provinciale in funzione del tema Expo “Nutrire il pianeta – Energia per la vita”, con azioni volte ad affermare Cremona come centro internazionale di formazione in campo agroalimentare e come Capitale del Latte;

– promozione turistica del territorio provinciale grazie alle dotazioni culturali identitarie del territorio, con particolare riferimento alla liuteria, all’arte organaria e alla musica;

– promozione turistica del territorio provinciale grazie alla valorizzazione delle vie d’acqua e al cicloturismo;

– promozione turistica del territorio provinciale grazie alla facilitazione della mobilità.
In particolare per quanto riguarda la prima macroarea, l’ATS, in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore sede di Cremona, ha ideato un programma straordinario di corsi executive di alta formazione per operatori internazionali del settore agricolo, zootecnico e alimentare, un programma che ambisce a valorizzare le numerose eccellenze agroalimentari del territorio conosciute in tutto il mondo. Sono stati inoltre proposti dai vari Enti progetti turistici  innovativi, centrati  da una parte alla promozione delle eccellenze identificative del nostro territorio, la liuteria, ma anche la musica e l’arte organaria e dall’altra alla valorizzazione delle vie d’acqua e di percorsi ciclopedonali attraverso la proposta di pacchetti integrati rivolti a specifici segmenti di mercato. Particolare attenzione è stata inoltre riservata alle problematiche infrastrutturali, con la proposta di un progetto finalizzato ad un miglior collegamento dei principali centri del nostro territorio con l’area Expo.

L’importo complessivo del progetto ammonta a 2.089.000 euro, di cui 464.000 destinati ad azioni da realizzare nel 2014 e 1.625.000 per azioni da realizzare nel 2015, mentre il contributo richiesto alla Regione Lombardia è di 224.000 euro per il 2014 e di 802.500 per il 2015. Quanto non coperto dal finanziamento regionale sarà cofinanziato dai soggetti proponenti.
Soddisfazione per il percorso che ha portato alla presentazione del progetto è stata espressa dal Presidente della Camera di Commercio, Gian Domenico Auricchio: “Le progettualità presentate fanno leva sulle nostre eccellenze per aumentare la competitività e l’attrattività del nostro territorio in vista di Expo 2015. Il progetto che oggi presentiamo è il risultato, lo voglio sottolineare, di uno sforzo congiunto, sia di risorse economiche che di idee, di tutti i  soggetti, pubblici e privati, che si sono impegnati nella valorizzazione del sistema economico, turistico e culturale della provincia di Cremona. Una sfida che il territorio vuole affrontare in modo coordinato, nella piena consapevolezza che si tratti di un’opportunità unica per dare nuovo impulso alla nostra economia”.

“Il Comune di Cremona – aggiunge al riguardo l’assessore alla Rigenerazione Urbana con delega al Turismo Barbara Manfredini – ha fattivamente contribuito, con una serie di proposte, alla realizzazione di questo progetto che valorizza tutte le eccellenze del nostro territorio. Particolare attenzione è stata posta alle istituzioni culturali e agli eventi internazionali che caratterizzano la nostra città e, in particolare, al “saper fare liutario”, un elemento di forza che va speso al meglio in vista di una manifestazione così importante qual è EXPO 2015. Con questa adesione all’ATS e al progetto il Comune di Cremona vuole confermare la necessità di fare network con l’intero territorio per proporre un’offerta turistica integrata di qualità”.

“Ho seguito passo passo le tappe di formazione di questo progetto – aggiunge il consigliere regionale Ncd Carlo Malvezzi – che ha tra i suoi punti di forza l’unità di intenti di tutti i soggetti promotori e la capacità di fare sintesi di peculiarità diverse tra loro. Il risultato finale, infatti, è una proposta organica, in grado di valorizzare l’intero territorio provinciale e le sue tipicità: dalla tradizione liutaria, all’eccellenza enogastronomica, alle attrattive del Grande Fiume. Una dimostrazione che i protagonisti del territorio sono all’altezza della sfida che hanno di fronte: la possibilità che Expo diventi opportunità di sviluppo per Cremona e la sua provincia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti