Commenta

La Provincia vende le proprie quote di Centropadane per estinguere mutui

autostrada-evid

AGGIORNAMENTO – La Provincia mette in vendita le proprie quote di Autostrade Centropadane per pagare i cospicui debiti dell’ente. Lo ha deciso nei giorni scorsi la Giunta Provinciale, deliberando la cessione di 436.086 azioni, pari al 14,536% del capitale sociale, detenute dalla Provincia in Autostrade Centro Padane S.p.A. Il prezzo a base d’asta per ogni azione è pari a 27,87 euro, per cui l’operazione dovrebbe fruttare, se andasse a buon fine, all’ente oltre 12 milioni di euro.

L’Ente rimarrà comunque proprietario dell’1% del capitale sociale, pari a 300.000 euro, corrispondente a 30.000 azioni del valore nominale di 10 euro. Questa decisione è legata alla facoltà garantita dalle norme statutarie alla Provincia di Cremona di poter designare, con il possesso di tale percentuale di quota societaria, un membro in seno al Consiglio di amministrazione della società. Naturalmente agli altri soci è riservato il diritto di prelazione per l’acquisto delle azioni poste in vendita, in misura proporzionale alle azioni possedute da ciascuno. L’auspicio è che la procedura sia conclusa entro il 29 dicembre.

“La partecipazione della Provincia in Autostrade Centro Padane è ritenuta non più strategica, ai sensi di quanto indicato dall’art. 3, commi 2729, della L. n. 244/2007, che ha imposto anche agli enti locali l’obbligo di dismettere, nel rispetto delle procedure ad evidenza pubblica, tutte le partecipazioni in società di capitali non ritenute funzionali al perseguimento delle finalità istituzionali dell’ente, ed anche in relazione alla riforma delle Province prevista dalla L. 56/2014 – si legge nel documento approvato dalla Giunta provinciale -. La decisione di procedere alla vendita delle suddette azioni è motivata, inoltre, dalla necessità di reperire risorse sia per abbattere il debito che al 30/06/2014 ammonta a 89.391.195,54, diminuendo, conseguentemente, le rate di ammortamento dei mutui sia per realizzare investimenti sul territorio, sia per agevolare il rispetto del saldo obiettivo del Patto di Stabilità”.

Da quanto emerge sul documento approvato dalla Giunta, sembra vi sia una certa fretta nell’arrivare alla conclusione della vendita, in quanto si corre il rischio di “lasciare alla nuova Amministrazione una situazione in radice pregiudicata in termini di rispetto del patto di stabilità”.

Autostrade Centro Padane S.p.A. è una società avente quale oggetto sociale la promozione, la progettazione, la costruzione e gestione in Italia e all’estero di autostrade o tratte autostradali, compresa l’autostrada Piacenza Cremona Brescia e diramazione per Fiorenzuola d’Arda il cui capitale al 31.12.2013 ammonta a € 30.000.000,00 interamente versato ed è costituito da 3 milioni di azioni del valore nominale di 10 euro cadauna. La Provincia di Cremona detiene il 15,536% del capitale sociale corrispondente a 466.086 azioni per un valore nominale pari a 4.660.860 euro.

Sull’argomento, l’amministrazione provinciale, in questo momento retta dal commissario Gianluca Pinottii, chiarisce che “l’importo indicato nella deliberazione si riferisce alla quota di capitale per mutui assunti dall’Ente finalizzati alla 
realizzazione di opere pubbliche. Tale somma determina a carico della Provincia la corresponsione agli istituti di finanziamento (prevalentemente si tratta della Cassa depositi e prestiti) di rate 
annuali con onerosi interessi passivi. La cessione del pacchetto azionario in argomento consentirebbe di estinguere quota parte dei mutui contratti e di ridurre, conseguentemente, gli oneri per interessi da corrispondere annualmente”.

lb

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti