Commenta

Convegni e incontri per ricordare Geremia Bonomelli

bonomelli-evid

La figura, le opere e il pensiero di monsignor Geremia Bonomelli, vescovo di Cremona dal 1871 all’anno della sua scomparsa (3 agosto 1914), saranno ricordate a Cremona con una serie di appuntamenti promossi in occasione del centenario della morte.
Primo appuntamento la mattina di sabato 11 ottobre, alle 9, con il convegno dedicato a Bonomelli educatore in programma nel Seminario vescovile di via Milano 5. La giornata di studi vedrà intervenire parte Giuseppe Biancardi (Università Salesiana) su “La visione catechistica di Bonomelli” e lo storico Giorgio Campanini su “Fra tradizionalismo e passione per i poveri. Bonomelli e le sue ‘pastorali sociali’ negli anni della Rerum Novarum”. A prendere la parola anche il cremonese mons. Giancarlo Perego, direttore nazionale Fondazione Migrantes, che si concentrerà su “L’opera di assistenza agli emigranti italiani”, e don Andrea Foglia che guarderà al “Seminario di via Milano” voluto proprio da Bonomelli.
Durante il convegno sarà messa a fuoco non solo la visione catechistica di Bonomelli, ma anche alcune delle “grandi opere” per cui è stato maestro: l’attenzione ai poveri e agli emigrati e la promozione culturale del clero.

Quello di mons. Bonomelli fu un lungo episcopato a cavallo di due secoli, momento appassionante per la vita di una Chiesa che proprio in quegli anni stava cercando di superare la contrapposizione con lo Stato italiano dopo la breccia di Porta Pia. Bonomelli fu uno dei protagonisti più attenti e ascoltati di quel dibattito che coinvolse cattolici e laici. E proprio su questi temi si concentrerà il secondo convegno, sabato 25 ottobre presso la sala Puerari del Museo Civico di Cremona, dedicato in modo particolare al rapporto Chiesa-Mondo nel pensiero di Bonomelli. Altro appuntamento domenica 8 dicembre, giorno anniversario dell’ingresso del Vescovo Bonomelli in diocesi di Cremona (avvenuto nel 1871), quando il vescovo Dante Lafranconi commemorerà in Cattedrale il defunto predecessore durante la Messe delle ore 11.

Da segnalare, nell’ambito delle iniziative per la commemorazione di mons. Bonomelli, l’opera di digitalizzazione delle sue lettere pastorali da parte dell’Archivio storico diocesano e il progetto della Biblioteca del Seminario di restaurare, grazie a fondi dell’8xMille, e rendere nuovamente fruibili al pubblico alcune opere, più o meno famose, del Vescovo cremonese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti