Un commento

Corso Mazzini, Mantovani: "L'evento di sabato lascerà i commercianti delusi"

mantovani-corso-mazzini

“I tre banchetti che metteranno sabato in corso Mazzini non si possono definire ‘un evento'”. E’ polemico il tono di Paolo Mantovani, presidente di Botteghe del Centro, convinto che quella “venduta” dal Comune come “una prima risposta concreta ai commercianti”, che nelle scorse settimane hanno consegnato 96 firme al sindaco Galimberti chiedendogli di valorizzare maggiormente l’area dei corsi Mazzini e Matteotti, oltre alle vie limitrofe, non sia “la soluzione ai problemi della zona – evidenzia Mantovani -. Credo che si sia travisato tutto. L’iniziativa di sabato 11 ottobre ‘Alessandria e Cremona, incontro di sport e sapori’, altro non è che un gemellaggio fatto dalla Confesercenti di Cremona e di Alessandria, che consiste nel posizionamento di tre stand”.

Insomma, chi si aspetta un grande evento potrebbe rimanere deluso: “E’ stato il Comune a gonfiare l’iniziativa, che non è stata certo creata dall’associazione allo scopo di realizzare un evento dedicato a corso Mazzini – continua Mantovani -. Sono convinto che il risultato sarà solo quello di incrementare lo scontento del commercianti, che resteranno delusi. Mentre ancora non si sa nulla rispetto al posizionamento della Festa del Torrone, che i commercianti di corso Mazzini chiedono di rendere più baricentrica e spalmata su tutto il centro, a partire da piazza Stradivari. Sarebbe un errore farla slittare in corso Campi e Garibaldi: si creerebbe una concentrazione esagerata di persone in una sola zona del centro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Paolo Mantovani

    Per precisare, il gemellaggio è della Confcommercio, non Confesercenti. Non ho mai detto che il comune abbia volontariamente deciso di gonfiare la cosa. Immagino si sia pensato di sfruttare l’iniziativa per “accontentare” anche quella zona, senza valutarne la consistenza.