Commenta

Nuovo pericolo online Ricatti osé, ma due giovani denunciano

chat

Il pericolo corre in rete. Altro ‘tranello’ online denunciato ai carabinieri da due giovani, uno residente a Soncino e l’altro in un comune del soresinese. Ad entrambi era stato chiesto del denaro per non pubblicare in rete video compromettenti. Per fortuna i due non ci sono cascati e hanno chiesto l’intervento degli uomini dell’Arma. Tutto è iniziato da una richiesta di amicizia su facebook da parte di una sedicente avvenente signorina. Prima alcuni messaggi su facebook e poi la richiesta di chattare su Skype. Dopodichè, attivata la telecamera, la fantomatica donna ha mostrato un video hard, chiedendo alla sua vittima di fare altrettanto. Per le vittime, quei pochi secondi di presenza davanti alla telecamera bastano, in quanto vengono registrati, e i truffatori si servono del filmato per estrapolare i volti dei ragazzi adescati per inserirli in un altro video nel quale vengono montate anche immagini hard di altre persone.  Infine la minaccia. O il denaro, o tutto verrà pubblicato su YouTube. Ai due giovani era stata chiesta una somma tra i 100 e i 500 euro. I due, però, non hanno accettato e non sono caduti nella rete. I carabinieri stanno indagando per cercare di dare un nome e un volto agli autori di questo ennesimo raggiro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti