Un commento

Polo cremazione: riparato il guasto ma entro anno forno da sostituire

fornocrematorio-evid

In via di risoluzione il problema del nuovo forno crematorio presso il cimitero, che si è rotto a pochi mesi dall’inaugurazione, avvenuta lo scorso aprile. Una brutta sorpresa che ha causato disservizi (visto l’alto numero di richieste di cremazione) e mancati introiti per il Comune.  Da lunedì scorso, 13 ottobre, la frattura del refrattario del forno è stata riparata e l’impianto è provvisoriamente ripartito. Il Comune ha concordato con la ditta fornitrice la consegna, prevista per dicembre, di un nuovo forno che andrà a sostituire quello riparato. Nel periodo di mancato funzionamento del nuovo, era stato ripristinato il vecchio forno crematorio, per continuare a garantire il servizio nella fase di emergenza. Il vecchio forno sarà comunque dismesso in via definitiva entro il 31 dicembre 2014 per scadenza naturale dell’autorizzazione. La riattivazione del vecchio forno ha determinato costi maggiori in termini di funzionamento, in particolare per la stipula di un nuovo contratto relativo alla manutenzione e per l’ottenimento di certificazioni sul controllo delle emissioni.
“Abbiamo governato questo periodo di emergenza e di transazione con grande responsabilità – afferma l’assessore alla Salute e al Territorio Alessia Manfredini – Siamo riusciti, grazie agli uffici comunali competenti e grazie ai dipendenti che lavorano al Cimitero, a cui va il mio ringraziamento, a garantire comunque il servizio, anche a fronte di una difficile situazione. Inoltre, nelle prossime settimane sarà stipulato un contratto di mutuo soccorso, ancora oggi non presente, con comuni di altri territori da attuare in caso di inconvenienti sugli impianti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Germana

    chi è stato il costruttore ? De Micheli cosa ne pensa ?